sabato 1 gennaio 2011

Buon Anno a tutti i TIFOSI ROMANISTI...!!!!

Da anni guardo alle lenticchie che, scoccata la mezzanotte riempiono all’inverosimile il mio piatto, come fossero punti del campionato. Ho smesso molto presto di abbinare i legumi a possibili soldi in arrivo nel nuovo anno. E non me ne sono mai pentito. Al pantalone di flanella grigio ben stirato ho sempre anteposto la maglia rossa con il bordo giallo. E lo farò anche domani sera.
D’altra parte le tabelle di marcia esistono. Le fanno tutti. E non mi fido di chi dice, più o meno pubblicamente, di essere esente dalla "malattia regina" del maniaco di calcio. Allenatori compresi. E pur non entrando qui nel dettaglio di una tabella personalissima che non si divide mai pubblicamente con alcuno per questioni chiaramente scaramantiche, posso sostenere che il 2011, per noi romanisti, si presenta bene. Molto bene. Almeno sulla carta. Materia peraltro di cui sono fatte le tabelle stesse. Ovvio che il campo è sovrano e il pallone è tondo. Come amano sostenere allenatori e giocatori che vogliano mettere le mani avanti e assumere un atteggiamento più prudente di noialtri. Ma è altrettanto scontato attendersi un primo bimestre brillante e solido dovendoci scontrare con Catania, Sampdoria, Cesena, Cagliari, Bologna e Brescia. Ogni partita fa storia a se, chiaramente. Ma è lecito immaginare di aver aggiunto sedici punti in classifica o no? Cinque vittorie e un pareggio insomma. Anche perché a febbraio abbiamo l’Inter fuori casa e subito dopo il Napoli all’Olimpico. Se quei sedici punti saranno già acquisiti potremmo accontentarci di due pareggi. Dovremo infatti risparmiare energie per la Champions in arrivo a fine mese e guardare oltre: alle altre tre di campionato perfettamente alla nostra portata con Genoa, Parma e Lecce.
Delle blasonate Inter e Milan dovremo preoccuparci. Ma dopo. Il Calendario di gennaio è buono anche per loro. Il peggiore bimestre tocca alla Juventus. In pratica al 13 marzo, giorno del derby, potremmo essere in testa, o secondi a un punto dalla prima. Un sogno? Si, ma realizzabile. Se lo spicchio di questo sogno l’abbiamo già disegnato a San Siro togliendoci il Milan di torno, come ha detto lo stesso Ranieri, cosa ci impedisce di riempire con determinazione e con forza lo spazio che intorno a quello spicchio chiede solo di essere completato?
Si brindi dunque a questo. In alto i calici domani sera. E sguardo fiero alla luna. Come lupi assetati di punti.

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Guadagna da casa tua

beruby.com - Guadagna acquistando online