lunedì 31 dicembre 2012

Il nostro 2012 - Gli auguri di Vocegiallorossa.it a tutti i tifosi! VIDEO!


In questo ultimo giorno dell'anno, Vocegiallorossa.it dedica ai propri lettori - ma anche a tutti i tifosi - un video che ripercorre tutte le più belle immagini del 2012: dalla premiazione di Totti per le sue settecento presenze in campionato alla vittoria contro il Milan, senza dimenticare la presentazione dell'area in cui sorgerà il nuovo stadio. Vocegiallorossa.it ha seguito tutti gli eventi e le gare proponendo le esclusive, gli approfondimenti e le rubriche che ormai ci caratterizzano e tutto grazie ad una crescita costante insieme a voi. Nella speranza che il 2013 porti a tutti felicità, serenità e tante vittorie, la redazione vi invia il suo personalissimo augurio di buone feste, insieme ad un sentito GRAZIE per la vicinanza che ci fate sentire in ogni momento. Auguri.!

Roma, Osvaldo sta male Napoli in forse..!

In questo bel momento per i giallorossi, impegnati nella tournee in Florida arriva un fulmine a ciel sereno. Osvaldo non si è unito ai compagni impegnati nella trasferta americana. Anzi tramite un certificato medico spedito dall'Argentina ha giustificato con un'influenza il suo ritardo e rischia di saltare non solo il Capodanno americano, ma a questo punto anche la partita con il Napoli in campionato.!

Tallo nel mirino del Cesena..!

Secondo quanto riferito da calcionews24.com, l'attaccante Junior Tallo sarebbe entrato nel mirino del Cesena. Il ragazzo non rientra nei piani di Zeman e potrebbe essere mandato in Emilia Romagna in prestito per giocare.!

Bradley e' 'American player of the year'..!

E' stato vinto dal calciatore della Roma Michael Bradley la prima edizione del premio 'American Player of the Year', assegnato da SoccerItalia.info, portale dedicato alle vicende del calcio statunitense. Nella classifica finale Bradley ha prevalso su Clint Dempsey, attaccante del Tottenham e autore del gol vittoria degli Usa contro l'Italia nel match giocato a Genova lo scorso febbraio, e sul centravanti degli olandesi dell'AZ67 Alkmaar Jozy Altidore.!

Fiorentina, il sogno per l'attacco resta Osvaldo..!

La Fiorentina continua a cercare un attaccante importante da inserire nell'organico durante la prossima finestra di mercato. Secondo quanto riportato da La Nazione I viola continuano a considerare Osvaldo l'attaccante giusto sul quale investire per il presente e per il futuro. Sicuramente una trattativa non facile, tuttavia se i Della Valle decidessero di mettere sul piatto un'offerta vantaggioso il discorso potrebbe cambiare. La Roma, che non vorrebbe privarsi del proprio bomber, potrebbe sedersi ad un tavolo ed iniziare a trattare solo sulla base di un'offerta da almeno 15 milioni di euro.!

Il Napoli su Burdisso ma la Roma si oppone..!

Nicolas Burdisso ha perso quest'anno il posto da titolare in favore della coppia tutta brasiliana, formata da Marquinhos e Castan. Il Messaggero riporta così dell'interesse del Napoli per il giocatore, con l'ex Inter che sarebbe tentato dall'ipotesi di fare un'esperienza in Campania mentre la Roma non vuole rafforzare una diretta concorrente per la Champions.!

Il Milan offre uno scambio per Stekelenburg..!

Maarten Stekelenburg è ormai stato relegato a ruolo di secondo portiere e per questo potrebbe lasciare Roma a gennaio. Il Milan continua ad essere interessato al portierone olandese ma l'offerta prevede uno scambio con Amelia, che la Roma ha rifiutato. Nei prossimi giorni il club rossonero potrebbe così riprovare a chiedere il giocatore in prestito con diritto di riscatto a giugno..!

Roma, stadio pronto entro il 2017..!

''Prevediamo d'inaugurare l'impianto nel corso della stagione 2016/'17. La capienza sara' di 55-60mila spettatori, sufficiente per ospitare una finale di Champions''. Lo ha precisato il ceo della Roma Italo Zanzi, nella conferenza stampa in cui il club ha annunciato l'area in cui sorgera' il nuovo stadio di proprieta' (Tor di Valle). ''Lo stadio - ha aggiunto Zanzi - sara' finanziato privatamente e il responsabile del progetto sara' il gruppo che fa riferimento al costruttore Luca Parnasi''.!

Gattuso: "Totti? Noi giochiamo con due occhi, lui con sei"..!

L'ex giocatore del Milan, Rino Gattuso, oggi al Sion, ha concesso un'intervista a Il Messaggero in cui ha parlato anche di Francesco Totti: "Mi mancano gli spot che facevo ogni mese, e per anni, con Francesco e Ilary. Lì ho scoperto che uomo è il capitano. Lo pensano viziato e, invece, è umile e generoso. Istintivo. Credo che mi somigli". Del Piero dimenticato in Australia e Totti ancora top player in Italia: come giudica il momento dei suoi due amici? "Quando la Roma ha preso Zeman ho pensato: Francesco migliorerà ancora. Noi giochiamo con due occhi, lui con sei. Due davanti, due dietro e due nei piedi. Unico. Alex, invece, è stato tradito dal suo club. Non so quali accordi c’erano, ma ha dovuto lasciare Torino. È un grandissimo, un ragazzo riflessivo. Mi dispiace: alla Juve ha dato tanto". Parlando di Totti, ha chiamato in causa Zeman. Perché? "Lo reputo un grande. Si può discutere tatticamente, ma è coerente nel lavoro. E non guarda in faccia nessuno". I giovani che preferisce? "Tanti, cresciuti grazie alla partenza di alcuni campioni. Come El Shaarawy che ha avuto spazio dopo l’addio di Ibrahimovic. Mi piace Destro che però gioca poco. Mi fa impazzire Insigne".!

James Pallotta: "La Roma sarà costruita con giovani talenti"..!

Il presidente della Roma James Pallotta, presente oggi all'ESPN World Wide Center di Orlando, in attesa della conferenza stampa, per l'annuncio dell'area dello stadio di proprietà, è intervenuto ai microfoni di Teleradiostereo. Il significato di questa conferenza stampa e di questa tournée? "Quale conferenza? (ride, ndr). Ne avevamo parlato dall'inizio di voler rendere la Roma uno dei club più importanti del mondo e questo accordo esclusivo di 7 anni con la Disney, ci permetterà di crescere". Baldini ieri, parlando delle sue precedente esperienze, ha dato come priorità di costruire una grande società e poi una grande squadra. Questa è la priorità? "L'intenzione è quella di costruire la squadra con giovani talenti, come hanno fatto Franco Baldini e Walter Sabatini che hanno fatto un gran lavoro, e allo stesso tempo di creare contatti con marchi internazionali, come Wind, Wolkswagen e la Disney e speriamo anche con altri marchi internazionali".!

Pallotta: "Siamo l'unico club al mondo ad avere una partnership con la Disney. Vogliamo costruire una grande squadra"..!

Le parole del presidente James Pallotta, rilasciate a Teleradiostereo: "Qual è il significato della tournée? Questo è quello che intendevamo fare con questo accordo di 7 anni con la Disney. Siamo l’unico club al mondo ad avere questo accordo e faremo crescere i ragazzi di 6-7-8 anni con questo marchio. Vogliamo stabilire dei contatti con questi marchi eccezionali e costruire con Baldini e Sabatini una squadra di talenti".!

domenica 30 dicembre 2012

Roma, Baldini: "Mercato? Nessun cambiamento, siamo competitivi"..!

Direttamente da Orlando in occasione del mini-ritiro invernale della Roma organizzato in USA, il dg giallorosso Franco Baldini ha fatto il punto sul mercato di gennaio: "La squadra è giovane, talentuosa e credo forte. Possiamo competere facilmente fino a fine stagione con questo gruppo - riporta Sky Sport - e dunque senza fare grossi cambiamenti. Specialmente a metà stagione, il mercato spesso è per squadre che hanno disperata necessità di fare acquisti e noi non l'abbiamo".!

Roma, Zeman: "Totti sta dimostrando di poter dare ancora molto"..!

Presente a Orlando per il ritiro statunitense della Roma, il tecnico giallorosso Zdenek Zeman ha parlato di Totti e della sua squadra: "Sono contento che quest'anno Totti stia dimostrando di potere dare tanto non solo alla Roma, ma al calcio italiano. Mi spiace solo che qui non siamo tutti, però spero che la squadra così come è possa lavorare in tranquillità e prepararsi per le partite che ci aspettano. Campionato? Decisivo sarà arrivare alla fine in una buona situazione, anche se è normale che i risultati vanno fatti durante il percorso. Ogni partita è buona per ottenere il risultato e per avere la voglia e la motivazione di cercare di superare l'avversario".!

Anche la Sampdoria su Marquinho..!

Non solo il Palermo su Marquinho. Secondo quanto riportato da ilsecoloxix.it anche la Sampdoria, che è alla ricerca di un terzino sinistro, avrebbe messo gli occhi sul brasiliano, adattabile anche a quel ruolo!

Orlando, conferenza stampa di Zeman, Totti, Bradley, De Rossi e Baldini: tutte le dichiarazioni.!

Oggi la Roma ha sostenuto il primo allenamento ad Orlando alle ore 11 locali (le 17 italiane) e, al termine della seduta, il direttore generale, Franco Baldini, Francesco Totti, Daniele De Rossi e Micheal Bradley si sono presentati davanti ai microfoni per le prima dichiarazioni dagli Stati Uniti. ZEMAN Un lungo viaggio ma qui le strutture sono fantastiche. Quali benefici potrà trarre la Roma da questa preparazione? "Le strutture sono bellissime qui, mi spiace solo che non siamo tutti qui. Spero che las quadra possa lavorare in tranquillità per prepararsi alle prossime gare". Totti? "E' più di 15 anni che gioca a grandi livelli, è vero che ha avuto infortuni pesanti ma la sua classe è uscita fuori e sta dimostrando di poter dare tanto al calcio italiano". Le prossime gare saranno decisive? "Lo diciamo ogni settimana, penso che decisivo sarà arrivare alla fine in una buona situazione. E'normale che occorra fare risultati in ogni gara". FRANCESCO TOTTI Cosa ne pensi della cultura calcistica americana? "Penso che sia differente dalla nostra, l'ho sempre detto. E' bello viverla, il calcio può diventare tra gli sport più importanti negli Usa". Ce la fai a giocare nel nuovo stadio, forse pronto nel 2016? "No, perché il mio contratto scade nel 2014, vediamo se potrò giocarci ma sarà difficile". E' giusto che la Roma giochi in trasferta in Coppa Italia, nonostante sia così da regolamento? "Non so bene cosa dica il regolamento, noi speravamo passasse la Fiorentina in modo da poter giocare in casa. Invece è successo il contrario, vediamo se giocheremo a Firenze o a Roma. Spero in casa ma non so cosa dica precisamente la regola". MICHAEL BRADLEY Le attese dei tuoi compagni nel venire qui? "Molti di noi sono stati già negli Stati Uniti. C'è un senso di attesa per scoprire uno stile di vita e una cultura calcistica diversa". Totti diceva che il calcio potrebbe diventare tra gli sport principali. Quanto ci vuole? "Non so, è impossibile da dire. Qui sta crescendo ogni anno il calcio, c'è sempre più attenzione, sempre più gente negli stadi ma ci vorrà un po' di tempo". DE ROSSI Questa esperienza ti dà l'idea sia uno step necessario per aumentare la visibilità della squadra a livello internazionale? "Quando parlavo delle differenze tra la passata gestione e questa parlavo anche di questo. E' una cosa interessante, bella, fatta in grande ma tutto deve avere come scopo il risultato del prossimo sei gennaio. Speriamo non sia troppo stancante e che sia positivo per quella partita". Quanti punti può portare uno stadio nuovo? "L'abbiamo sempre detto, a Roma farebbe la differenza e porterebbe tanti punti in più. Sono convinto ci porterebbe molti punti in più e qualche soldo in più, fattore importante per poter comprare altri giocatori che fare altri punti in più". FRANCO BALDINI Totti? "Penso che Totti abbia un orgoglio sconfinato, una qualità indiscutibile, ha tirato il meglio di sé e non possiamo che esserne tutti felici". Lo stadio? "Non vorrei parlarne, ci sarà qualcun altro che ne potrà parlare ma tutto ciò che la società fa lo fa per la disperata voglia di questa società di crescere per rendere la Roma tra le più competitive al mondo. Così come la tournée americana e la nostra presenza qui ora, per farci conoscere da più gente possibile. Ci sono varie priorità, il Real Madrid è vista come la più forte del mondo dal punto di vista sportivo ma non o così, lo è dal punto di vista commerciale. Hanno creato la sinergia tra parte sportiva e commerciale che è riuscito nel tempo a stabilizzare gli spagnoli come tra i migliori del mondo. E' l'obiettivo che dobbiamo darci anche noi, non possiamo sottrarci a questo anche se prestiamo il fianco alle critiche, come chi dice che pochi giorni dopo il rientro a Roma giocheremo a Napoli". Mercato? "Possiamo competere facilmente anche senza intervenire sul mercato".!

Ag. Dzagoev: "Contatti con Baldini e Sabatini? No comment"..!

L'agente italiano di Alan Dzagoev, Massimiliano Pesce, ha rilasciato delle dichiarazioni in merito al futuro del russo. Di seguito le sue parole. Avvocato Pesce lei è l’agente di Alan Dzagoev? "Il mandato per l’Italia è in mio possesso. Lavoro con Wladimir Kaliajev, mio partner, e agente del giocatore per la Russia". Alan si è messo in luce durante l’ultimo Europeo, sono tante le squadre interessate al giocatore? "Già prima dell’europeo era tra i migliori giovani di tutta la Russia e gli operatori di mercato di mezza Europa lo tenevano d’occhio. Dopo l’Europeo sono giunte richieste da parte di squadre di mezza Europa. Dall’Inghilterra e le due spagnole Bercellona e Real. I top team di questi campionati si sono interessati alle prestazioni del giocatore". In Italia solo la Roma si è fatta avanti? "No, assolutamente no. Diverse squadre hanno fatto sondaggi". Quali? "Non posso dirle altro ma le dico che sono squadre che si trovano al vertice del campionato", rivela Pesce a gazzettagiallorossa.it. Capello cosa pensa del giocatore? "Il mister allena da poco la Russia ma c’è stima reciproca. Alan stima molto Capello e Capello tiene Alan in grande considerazione". Offerti e rifiutati 30 milioni per il giocatore nell’ultimo mercato cosa c’è di vero? Ora qual è la reale quotazione? "Allora non sono mai arrivate offerte di queste tipo. Ci sono state offerte più basse e c’è margine per lavorare sopra alla quotazione del giocatore. Nelle prossime settimane sarò a Mosca per sapere con precisione quanto il CSKA richiede per il giocatore". C’è volontà nel cedere il giocatore o è incedibile? "La volontà c’è ma i dirigenti del CSKA sono consci del valore del giocatore e vogliono ottenere il massimo dalla sua cessione. Chi ha un pezzo pregiato e lo cede cerca sempre di cederlo al miglior prezzo. Certo poi c’è da vedere quali saranno le reali offerte e se sono consoni alla richiesta del club". Che idea ha di Zeman e del calcio italiano? "Alan già si è espresso e come tutti i russi è affascinato dall’italia e dal nostro modo di vivere. Lui è perfetto per il gioco di Zeman. Ogni volta che ci parlo gli illustro il modo di giocare di Zeman e lui lo conosce perfettamente". Che tipo di giocatore è? "E’ un attaccante mobile, puo ricoprire tutti i ruoli dell’attacco. Poi la vicinanza a Totti potrebbe solo giovargli". Attaccante o centrocampista nel 4-3-3 della Roma? Può giocare sia nei tre davanti che da interno è dotato di forza fisica e come Pjanic potrebbe adattarsi a giocare in mediana. Somiglianze con Alenichev? "Sono due giocatori diversi. Alan è un attaccante moderno molto forte fisicamente. Ribadisco è un giocatore perfetto per le squa dre di Zeman. E’ molto umile e desideroso di imparare e nella Roma troverebbe il giusto mix tra esperienza e ottimi giovani. Aggiungerebbe qualità ad un reparto già eccezionale". Contatti con Sabatini e Baldini? "Mi devo riservare di non rispondere a questa domanda. Siamo in una fase di evoluzione della situazione e preferisco non entrare nel merito". Cessione già a Gennaio? "No si sta lavorando per Giugno. Il ragazzo ha espresso la volontà di chiudere il campionato in Russia con il Cska. Si trovano nelle prime posizioni, puntano al titolo, e lui vuole aiutare il Cska a vincere il titolo". Qualche giocatore russo da consigliare? "Le risponderò prossimamente, siamo in prossimità di chiudere la procura su due giocatori di sicuro avvenire, ragazzi del 1993 che potrebbero diventare ottimi giocatori".!

sabato 29 dicembre 2012

Roma, tris di pretendenti in B per Tallo..!

Finora sta trovando poco spazio e per un classe '92 non è di certo un bene. La dirigenza della Roma sta valutando la possibilità di girare in prestito il giovane Junior Tallo. Dove? In Serie B. Secondo quanto riporta Vocegiallorossa.it, l'ivoriano è richiesto da Ternana, Bari e Varese. Tallo, tra l'altro, non è stato convocato nemmeno da Zeman per la tournèe americana. La Roma lo manderebbe volentieri in prestito per fargli fare esperienza in un campionato interessante come quello cadetto..!

Juventus, torna di moda il nome di Borriello per l'attacco..!

Come riportato da La Gazzetta dello Sport, nelle ultime ore sta prendendo corpo una clamorosa trattativa di mercato: il ritorno di Marco Borriello alla Juventus. L'attaccante di proprietà della Roma conosce il metodo di Conte, piace molto al tecnico salentino e può giocare in Champions League. L'unico ostavo è rappresentato dall'elevato ingaggio dell'attaccante napoletano, ma per la Juventus potrebbe fare un'eccezione, visto che Borriello è alla ricerca di una squadra che gli permetta di non allontanarsi troppo da Milano. Per questo motivo il Palermo, che ieri ha chiesto informazioni, parte in leggero svantaggio rispetto ai bianconeri.!

Juventus e Napoli interessate a Burdisso..!

Oltre alla Juventus, ci sarebbe anche il Napoli sull'esperto difensore della Roma, Nicolas Burdisso. Il problema principale per tutte le squadre e' rappresentato dall'ingaggio. Il Boca Juniors avrebbe offerto all'argentino un ingaggio intorno al 1,5 milioni, il Napoli non può fare altrettanto. Alla finestra la Juventus, disposta a spostarsi qualora Campagnaro arrivasse in bianconero.!

Palermo, vertice di mercato con la Roma..!

Nella giornata di ieri c'è stato un lungo vertice di mercato fra Palermo e Roma. Come riporta La Gazzetta dello Sport i due club hanno parlato a lungo di Borriello e Marquinhho. L'attaccante piace molto a Gasperini, tuttavia sarà difficile vederlo con la maglia del Palermo a gennaio, visto che la punta di proprietà della Roma non vorrebbe spostarsi troppo da Milano. Diversa la situazione relativa a Marquinho: il brasiliano, che piace molto alla dirigenza rosanero, non sta giocando molto in questo periodo, tuttavia Zeman non vorrebbe cederlo. Per questo motivo la trattativa non decolla.!

Il nuovo stadio sorgerà a Tor di Valle..!

Sembra ormai imminente l'annuncio da parte dell'As Roma dell'area in cui verrà costruito il nuovo stadio di proprietà. Lo scrive questa mattina il quotidiano Il Tempo secondo cui la nuova casa giallorossa sorgerà a Tor di Valle sui terreni in mano all'imprenditore Parnasi. Sempre secondo quanto sostenuto dalla testata di Piazza Colonna, mancherebbero solo le firme sul documento che stabilisce le linee guida del progetto, dal terreno, della cubatura e dei tempi previsti per la costruzione. Questo il motivo per cui Fenucci non è volato negli Usa con il resto della truppa, per il ritiro invernale. L'ad giallorosso, infatti, sta seguendo in prima persona la questione che è arrivata al suo momento cruciale. Una volta avvenuta la fumata bianca, il presidente Pallotta, nei prossimi giorni, potrebbe illustrare il progetto direttamente dall'America. La scelta di Tor di Valle, secondo l'analisi de Il Tempo, si spiega anche con la necessità di accorciare i tempi vista l'assenza di una legge sugli stadi per permettere così la posa della prima pietra già ad inizio 2014. L'area in questione infatti fornirebbe diverse garanzie come quelle relativa alla viabilità che però andrebbe comunque potenziata. LA REPUBBLICA Sull'argomento scrive anche il quotidiano diretto da Ezio Mauro, che osserva come la società sia intenzionata a disporre del nuovo impianto a partire dalla stagione 2016/17. La testa ipotizza che l'annuncio dell'area su cui verrà edificato il nuovo stadio, che dovrebbe essere Tor di Valle, avverrà dopo il 6 gennaio.!

Il Palermo chiede Borriello in prestito..!

Secondo quanto riferito dal giornalista Sky Manuele Baiocchini, il Palermo avrebbe chiesto alla Roma il prestito dell'attaccante Marco Borriello, attualmente al Genoa sempre in prestito dalla Roma. Il passo successivo, ora, sarà quello di convincere i grifoni prima e il giocatore poi.!

Di Marzio: "Siena, appuntamento con la Roma per Nico Lopez"..!

Di seguito l'articolo del giornalista di Sky Sport Gianluca Di Marzio, tratto dal suo sito ufficiale gianlucadimarzio.com: Non c’é solo il Palermo su Nico Lopez. Il gioiellino sudamericano della Roma interessa anche al Siena, pronto a mosse concrete per chiederlo. Oggi, in agenda per il d.s. Antonelli c’é un appuntamento con la Roma: vedrá Sabatini per discutere di Lopez. È lui l’ultima idea per risollevare il Siena…!

Ag. Lobont: "Rimane alla Roma. Chiriches? Nessun contatto"..!

Victor Becali, agente di Bogdan Lobont, ha parlato della situazione del suo assistito e di Vlad Chiriches, talento della Steaua Bucarest accostato alla Roma: Scambio Lobont-Curci? “No, di questa cosa non so veramente niente. Non ci sono stati contatti”. Ha parlato con Lobont? “Bogdan in questo momento sta molto bene e rimane alla Roma”. Problemi con Zeman? “Il giocatore ha recuperato dall’infortunio subito in Nazionale ed è tornato a disposizione. Con Zeman non ci sono mai stati problemi”. Ora è terzo portiere. Se lo aspettava? “No, ma se ha fatto il terzo portiere è perché si è fatto male in Nazionale. La Roma non poteva mica rimanere con due portieri”. Roma-Chiriches? “No, non c’è assolutamente niente. Con il club giallorosso non ho mai avuto contatti per lui”. Sulle squadre interessate? “Beh, ci sono 4-5 squadre che lo stanno seguendo da tempo”. Può partire a gennaio? “Adesso però è presto per parlare: vediamo quello che succede a gennaio”. Sul valore di mercato? “Questo non lo so. Dipende da quanto chiede la società”, ha dichiarato a gazzettagiallorossa.it.!

venerdì 28 dicembre 2012

Montella: "Stupisce la continuità di Totti, alla sua età non è normale"..!

Il tecnico della Fiorentina, Vincenzo Montella, ha rilasciato un'intervista alla Gazzetta dello Sport nella quale ha parlato anche di Francesco Totti. Si aspettava un Totti ancora a questi livelli? "Francesco non mi sorprende in generale, anche quando lo allenavo io era così. Stupisce piuttosto la continuità di prestazioni, alla sua età non è normale". Da cosa dipende oltre che dalla classe immensa? "Dalla volontà di fare delle rinunce. Generalmente ad una certa età, e con il benessere, è più dura. Fare sacrifici sul mangiare, bere, dormire. Significa che ha ancora tanta voglia".!

Roma, il Milan propone uno scambio tra i pali: due in uscita verso la Sicilia..!

Il Messaggero oggi in edicola fa il punto sul mercato della Roma in vista di gennaio. Marquinho è corteggiato dal Palermo: può andare in rosanero in prestito a breve, mentre Nico Lopez fa gola al Catania. La chiosa è sul portiere: Maarten Stekelenburg è in uscita, in Premier e Bundesliga la Roma è a caccia di un'offerente mentre in Italia il Milan avrebbe proposto uno scambio con Marco Amelia.!

La Samp interessata a Taddei..!

Non è un'annata fortunata per Rodrigo Taddei: il brasiliano ha dovuto prima subire il sorpasso nelle gerarchie da parte di Piris, poi si è dovuto fermare per un infortunio che non gli consente nemmeno di allenarsi con la squadra. L'ex Siena, che a Roma si è adattato a fare qualsiasi ruolo, potrebbe così lasciare la Capitale con la Sampdoria che, secondo quanto riportato da Il Tempo, sarebbe interessata al giocatore.!

Marquinho verso Palermo..!

Dopo un buon inizio, culminato con la rete di San Siro contro l'Inter, Marquinho è finito lentamente ai margini della squadra, anche grazie ad una rosa, quella della Roma, competitiva in ogni reparto. Il brasiliano potrebbe così lasciare Roma con il Palermo interessato al giocatore. Come riportato da Il Tempo, ieri Walter Sabatini e l'ad rosanero, Pietro Lo Monaco, hanno cercato di impostare la trattativa con Zeman che non dovrebbe opporsi.!

Curci potrebbe tornare a Roma se Stekelenburg dovesse partire..!

Possibile ritorno a Roma per Gianluca Curci, attualmente in forza al Bologna. Infatti, secondo quanto riferito da Sky Sport, il portiere romano potrebbe tornare nella sua città nel caso in cui Stekelenburg dovesse essere ceduto.!

La Roma sulle tracce del doriano Lombardo..!

Secondo le indiscrezioni raccolte dalla redazione di Vocegiallorossa.it, la Roma starebbe monitorando con particolare attenzione le prestazioni del centrocampista centrale, classe '95, Mattia Lombardo, in forza alla Primavera della Sampdoria. Lombardo, figlio d'arte del più noto Attilio (attualmente alla guida dell'Under 18 del Manchester City), attualmente è senza contratto con i blucerchiati (potrebbe quindi liberarsi dal suo attuale club versando nelle casse della Samp l'indennizzo previsto dalla UEFA) con i quali, lo scorso giugno, si è laureato Campione d'Italia nella categoria Allievi Nazionali Serie A e B. La Roma, società attentissima sul mercato grazie all'asse Sabatini-Massara, per il momento rimane alla finestra ma non si possono escludere sviluppi in merito da qui a fine stagione.!

giovedì 27 dicembre 2012

Roma, una rosa con qualche spina..!

La Roma dopo una partenza tra alti e bassi ha ritrovato il suo equilibrio zemaniano. La squadra giallorossa da qualche partita sembra abbia metabolizzato gli schemi del boemo e a tratti, come contro il Milan, gioca un calcio spettacolare. La cosa che però colpisce è che, anche in un'annata di rodaggio, il marchio di fabbrica del suo allenatore, la fase offensiva, viene confermato alla grande. I giallorossi sono la formazione con il miglior attacco, con 39 gol fatti. Inutile dire che la valorizzazione dei giovani è stata esponenziale soprattutto per gli attaccanti. Lamela ha segnato 10 reti, seguito a ruota da Osvaldo con 8, Totti con 6 e Destro con 4. Il progetto americano che era iniziato con toni dimessi con Luis Enrique, finalmente ha preso il suo corso. Inoltre le vacanze di Natale hanno riportato serenità anche tra De Rossi e l'allenatore che contro il Milan l'ha preferito a Tachtsidis. Quindi si va verso l'anno nuovo con un sano ottimismo, se non fosse che come per ogni rosa c'è qualche spina. Le spine in questo caso si chiamano Burdisso e Stekelenburg. Da qualche tempo il difensore è stato relegato tra le riserve e con l'ottima vena di Castan e Marquinhos, sarà dura recuperare posizioni. Stessa cosa dicesi per il portiere olandese, che con Goicoechea preferito tra i pali, rischia di perdere la convocazione ai Mondiali 2014. Infatti per tutti e due i calciatori pesa la convocazione con le proprie nazionali a Brasile 2014, oltre al fatto che non fa piacere a nessun calciatore giocare poco. I casi però non sono simili in tutto e per tutto, perché mentre per il difensore argentino, leader dello spogliatoio, si farà di tutto per convincerlo a rimanere anche part-time, per Stekelenburg, considerando le gerarchie dell'allenatore, si preferirebbe far cassa e prendere un portiere più giovane come secondo. Certo non sarà affatto facile per Sabatini risolvere questi casi spinosi per il mercato di gennaio, ma ormai la Roma è fiorita e il futuro è sempre più rosa, spine a parte.!

Bradley: "Roma è un altro mondo". Verratti: "Zeman è il migliore". Continuano gli auguri della squadra ai tifosi..!

BRADLEY – In un'intervista al New York Times, il centrocampista americano Michael Bradley ha parlato della sua esperienza capitolina. “Il primo anno con il Chievo è stata una grande esperienza, mi ha aiutato a crescere come giocatore e come persona – ha detto Bradley al fomoso quotidiano statunitense -. Quando sono arrivato a Roma, non ci volle molto tempo per capire che è un altro mondo. Mi sto godendo ogni secondo. Ti fai un’idea di quanto grande sia il club, quanto siano speciali i tifosi e di come la gente ami la squadra. Quando si arriva a giocare per un grande club si impara ciò che si può solo imparare in un grande club. La realtà è che, fino a quando non giochi in una squadra come questa, non c'è modo di provare queste cose. Devi essere pronto ogni volta ci sia bisogno di te, magari nell’ultima mezz’ora di gara oppure come titolare nella partita successiva. Devi farei conti con il fatto che una squadra ha tanti giocatori, non si può spiegare”. Per leggere l'intervista completa clicca QUI. VERRATTI – Nel corso di un evento benefico a Pescara, Marco Verratti ha parlato del suo ex allenatore Zeman dichiarando: "Zeman per me è l'allenatore più bravo che c'è perché è l'unico che riesce a far giocare la squadra come vuole lui. Ha bisogno di un po' di tempo, ma se la Roma prende continuità sarà una diretta concorrente per le squadre di vertice”. AUGURI DI NATALE – Nel giorno di Santo Stefano, la Roma ha deciso di pubblicare la terza parte degli auguri della squadra ai propri tifosi attraverso il canale ufficiale di Youtube. Per vedere il video clicca QUI. MERCATO – Il noto giornalista ed esperto di mercato Gianluca Di Marzio ha rivelato l'interesse della Roma per il giovane centrocampista del Bari, Cristian Galano, classe '91..!

Dzagoev nome nuovo per giugno..!

Il nuovo nome per rinforzare l'attacco della Roma viene dalla Russia: si tratta di Alan Dzagoev, attaccante classe 1990 del Cska Mosca. Soprannominato per estro e fantasia "il Messi dell'est", Dzagoev potrebbe però sbarcare nella capitale soltanto a giugno a causa del suo status da extracomunitario..!

Duello Roma-Udinese per Bruno Peres..!

La Roma pesca in Brasile. Il nuovo obiettivo della dirigenza giallorossa, sempre molto attiva nel mercato sudamericano, sarebbe il giovane Bruno Peres, terzino destro classe '90 attualmente in forza al Santos. Secondo calcionews24.com sia Roma che Udinese avrebbero già formulato un'offerta alla società Audax, detentrice dei diritti economici del calciatore ex squadra di Antonio Carlos Zago. Importante sarà, poi, anche la volontà del Santos, che ha già un'opzione per riscattare il 70% del cartellino di Bruno Peres.!

Domani la partenza per la tournée americana in Florida..!

Le vacanze natalizie sono già agli sgoccioli per i giallorossi. Oggi sarà, infatti, l'ultimo giorno di riposo di cui gli uomini di Zeman potranno usufruire prima della partenza in programma per domani per la Florida, dove la Roma volerà per la tournéè americana all'interno del parco divertimenti di Disneyworld. Ad accogliere i giallorossi negli Usa ci saranno il presidente Pallotta, il CEO Zanzi, Pannes e gli altri due soci della cordata, Ruane e D'Amore. La tournée verrà coronata con l'amichevole del 2 gennaio contro l'Orlando City, per poi fare ritorno a Roma e rituffarsi nel campionato, come ricorda Il Romanista.!

mercoledì 26 dicembre 2012

Perinetti: 'Destro non deve abbattersi'..!

L'ex direttore generale del Siena e del Palermo, Giorgio Perinetti, commenta per Tuttomercatoweb.com quello che è stato, cifre alla mano, uno dei calciatori che meno hanno reso sinora in Serie A: Mattia Destro. "Ha ventuno anni, non deve abbattersi, deve avere questa forza". L'esordio è chiaro, il prosieguo altrettanto. "Dopo aver giocato con continuità a Siena, non sta giocando troppo e forse è questo il problema". Crede che possa partire? "No, non penso. La vera forza della Roma è quella di avere una panchina molto forte: Destro, Lamela, De Rossi e gli altri, bastano i cognomi per dire tutto. Una Roma che vuol vincere ha bisogno di giocatori così". Per non sta rendendo, a livello realizzativo. "Non è vero, dovete guardare la media tra minuti e gol segnati. A volte, magari, non ha giocato nel suo ruolo ma non deve abbattersi".!

Roma, generazione '90: tra sorprese, delusioni e desaparecidos..!

Come era prevedibile, con l'arrivo di Zdenek Zeman sulla panchina della Roma, la media età della squadra è scesa vertiginosamente, con tanti giovani promesse che si sono imposte agli onori della cronaca, chi con grande fortuna, chi senza impressionare più di tanto. Partendo dai giocatori nati dopo il 1990 che hanno impressionato maggiormente in positivo, impossibile non citare Erik Lamela, che conta ben 14 presenze con 10 gol all'attivo dimostrando la sua grande crescita dopo l'arrivo del boemo. In difesa ha impressionato il classe '94 Marquinhos, giovanissimo brasiliano ultimamente diventato uno dei punti fermi della linea difensiva giallorossa. A centrocampo sono Miralem Pjanic ('90) e Alessandro Florenzi ('91) ad aver fatto vedere le cose più interessanti. Il primo sembra ormai un centrocampista affermato a livello mondiale, il secondo dalla Primavera si è ritrovato in Serie A mettendo nel curriculum ben 17 presenze dall'inzio della stagione. Chi invece non ha certo reso per quanto ci si aspettasse ad inizio stagione è sicuramente Mattia Destro ('91), che sta giocando ad intermittenza e sopratutto con prestazioni non certo esaltanti segnando soltanto 4 gol in 13 presenze. Ancor meno ha dimostrato Dodò ('92) presente in solo due uscite dei giallorossi, a lungo "desaparecido" zemaniano. Stesso discorso per Nico Lopez, autore di un gol in due presenze, dato per disperso presso l'Olimpico di Roma. In netta ripresa le valutazioni sul greco Panagiotis Tachsidis ('91), che dopo un inizio un po' stentato ha cominciato a rendere con una buona continuità impressionando in positivo il proprio tecnico.!

Di Marzio: "La Roma studia Galano del Bari"..!

Gianluca Di Marzio, giornalista Sky, ha affermato che la Roma segue da vicino Cristian Galano, centrocampista classe 1991 in forza al Bari: "Nel frattempo, tra panettoni e mandorlati, gioca la serie B e può essere l'occasione per gustarsi meglio i gioielli di un campionato sempre affascinante. Qui, le trattative fanno tappa a Bari, laboratorio di talenti: su Bellomo (già metà del Chievo) spinge il Genoa e irrompe la Fiorentina, ma attenzione alla Roma che studia anche Galano"..!

Sovrapposizioni, velocità, pressing: tutto il calcio di Zeman nella vittoria contro il Milan..!

Pressing, fraseggi rapidi, sovrapposizioni, velocità, tecnica, qualità: mescolate bene e avrete la sintesi perfetta della partita della Roma contro il Milan. I rossoneri sono in difficoltà, è vero, ma la squadra capitolina ha giocato una partita praticamente perfetta, macchiata solo dai due gol presi nel finale, frutto probabilmente di un calo di tensione dovuto al parziale di 4-0. Tutti i gol giallorossi portano il marchio di Zeman e anche gli errori sono comunque arrivati in conseguenza proprio del gioco offensivo del boemo, ad eccezione della prima rete del Milan: un semplice errore di Goicoechea che non trattiene un tiro dalla distanza (l’unico errore della gara). GOL DI BURDISSO - Il primo gol arriva su calcio d’angolo, scaturito da una veloce ripartenza di Pjanic che è bravo ad avanzare e a vedere il movimento di Osvaldo, con l’argentino che impegna Amelia costringendolo a mettere in corner. Subito dopo El Shaarawy avrebbe l’occasione di pareggiare, con l’egiziano che scappa verso la porta giallorossa, con Goicoechea che compie un miracolo arpionando il pallone. Qualcuno potrebbe sottolineare l’assenza di Piris ma il paraguaiano stava salendo assieme a Balzaretti, come vuole Zeman, e solo l’errore di Bradley a centrocampo consente al Milan di partire in contropiede trovando la difesa romanista scoperta. I terzini devono sempre stare molto alti, soprattutto in fase di possesso di palla e, perdendo il pallone in fase di impostazione, una squadra di Zeman si troverà sempre in grande difficoltà. Qualcosa di simile è accaduto anche in occasione del gol di Bojan, scaturito da un’incursione di El Shaarawy sulla sinistra, con il paraguaiano che stava avanzando e che quindi è in ritardo sull’uomo. GOL DI OSVALDO - Il secondo gol della Roma, firmato dall'ex Fiorentina, è da suddividere tra tutti i giocatori: da sottolineare il veloce fraseggio a centrocampo, con gli avversari incapaci anche solo di intuire dove sarebbe andato il pallone, poi Balzaretti serve Totti e si sovrappone, levando così un uomo al Capitano giallorosso che ha tutto il tempo di vedere Osvaldo, bravo ad incornare di testa anticipando Yepes. GOL DI LAMELA - Da sottolineare come quasi mezza squadra pressi come un blocco unico, mettendo così in difficoltà la retroguardia rossonera con Bradley che recupera palla (importantissimo l’americano nel gioco di Zeman), serve De Rossi che, altruisticamente, invece di tirare serve in profondità Lamela che fredda Amelia. DOPPIETTA DI LAMELA - Ancora una sovrapposizione sul quarto gol, con Balzaretti che si trova solo sulla fascia sinistra, pennellando un cross perfetto per la testa di Lamela. Da sottolineare che in area milanista erano presenti Totti, Osvaldo, Lamela e Pjanic per una Roma arrembante, aggressiva, affamata e finalmente ben messa in campo.!

Bradley: "La Roma è un altro mondo, è un onore essere qui"..!

Michael Bradley sarà sicuramente tra i protagonisti del mini ritiro invernale che la Roma sosterrà a fine anno ad Orlando, in Florida. Il calciatore americano ha parlato al The New York Times della sua esperienza in Italia. Cos'è cambiato nella tua seconda stagione in Italia? “E' completamente diverso. Il primo anno con il Chievo è stata una grande esperienza, mi ha aiutato a crescere come giocatore e come persona. Quando sono arrivato a Roma, non ci volle molto tempo per capire che è un altro mondo. Mi sto godendo ogni secondo. Ti fai un’idea di quanto grande sia il club, quanto siano speciali i tifosi e di come la gente ami la squadra. Per me, è un grande onore essere qui. Sul campo sto migliorando ogni settimana, e abbiamo i giocatori per continuare il a migliorare”. Cosa hai dovuto maggiormente modificare? “Ho fatto un’intervista l'altro giorno e ho detto che quando si arriva a giocare per un grande club si impara ciò che si può solo imparare in un grande club. La realtà è che, fino a quando non giochi in una squadra come questa, non c'è modo di provare queste cose. L’idea di calpestare ogni settimana il campo con la pressione di dover vincere, indipendentemente dalla squadra che stai affrontando o dal fatto che si giochi in casa o in trasferta. La pressione c’è sempre. C’è una competizione vera per giocare, con due o tre giocatori per ogni ruolo. Ti puoi allenare al meglio ogni giorno ma anche così le decisioni possono andare contro di te. Devi essere pronto ogni volta ci sia bisogno di te, magari nell’ultima mezz’ora di gara oppure come titolare nella partita successiva. Devi farei conti con il fatto che una squadra ha tanti giocatori, non si può spiegare. Per capire devi vivere qui e vivere la quotidianità”. Molti americani sono andati in Europa e hanno fallito. Tu hai iniziato in un club piccolo, l’Heerenveen, in una piccola divisione olandese… “Ho iniziato nei MetroStars a New York e, come altri giocatori americani, ho sempre saputo che per fare un’ottima carriera mi sarei dovuto trasferire in Europa. Per metterti alla prova, devi venire in Europa. La prima opportunità fu in Olanda. Non c'erano 20 squadre tra cui scegliere per un ragazzo di 17-18 anni, che aveva giocato un anno o due in MLS. Ho avuto così la possibilità di stabilirmi in Europa ed è stato il primo grande passo. Da lì provi a valutare ogni mossa da fare, di volta in volta. Non ho mai voluto fare il passo più lungo della gamba. Migliorando e crescendo l’obiettivo è di giocare al più alto livello possibile nel miglior club nel mondo, giocare la Champions e la Coppa del Mondo. Bisogna cercare di migliorarsi ogni giorno”. In alcune recenti gare con la Nazionale americana, molti commentatori hanno notato i tuoi miglioramenti sotto il profilo tattico, dovuti alla tua esperienza italiana, dove proprio l’aspetto tattico viene enfatizzato… “Per essere onesti, quando mi si parla dei miei miglioramenti tattici la vedo in due modi differenti. È un complimento e significa che la gente nota quanto io stia crescendo. All’inizio penso di aver portato qualcosa alla mia Nazionale. Sicuramente, in Italia viene enfatizzata molto la parte tattica: gli allenatori, i giocatori, i tifosi, tutti vogliono essere preparati. Per loro è un modo per avere le migliori possibilità di vittoria. Non vuoi arrivare ad una partita e vedere la squadra impreparata. Per ora, ho giocato in due team differenti in Italia, ogni club ha un modo diverso di fare le cose e la tattica gioca un ruolo importante. Per alcuni osservatori, che ne parlano di continuo, è un’ossessione ma sicuramente è una parte del gioco. Quando guardi i migliori club italiani, la Nazionale o i migliori club giocare c’è però molto di più. Gran parte del gioco è fatto di abilità, tecnica e capacità fisica che si accordano con la tattica. Le migliori squadre italiane hanno poi la mentalità. Per me è un peccato che alcuni vogliano parlare di quanto le squadre italiane siano troppo tattiche: non si ha così un quadro generale”. Quando tuo padre è diventato il tecnico degli Stati Uniti è stato difficile affrontare questa situazione? “Una delle prime cose che si impara nel calcio professionistico è quella di essere forti mentalmente. Quando le cose vanno male devi credere in te stesso. Certamente la gente parlava del fatto che mio padre fosse il coach ma la verità è che ogni giocatore deve abituarsi a questo genere di cose: è il modo in cui gira il mondo. La gente fa presto a dire che non sei bravo quando giochi male. Al contrario, quando giochi bene, la gente fa altrettanto preso a definirti il migliore al mondo. Bisogna avere un carattere forte per non curarsi di queste cose. Io lavoro duramente e do il massimo. Quando mio padre allenava la Nazionale o quando poi è andato via per me, a livello di mentalità, non è cambiato nulla. Ho sempre voluto aiutare la Nazionale a vincere e questo non cambierà mai”. Hai mai rimpianti quando ripensi alla tua carriera fino ad oggi? “ No, sono orgoglioso di chi sono ma non sono il tipo che guarda spesso dietro di sé. Ci sarà molto tempo per farlo quando la mia carriera sarà conclusa. Nel frattempo, sono più determinato che mai”.!

Per Stekelenburg sarà difficile riprendersi il posto di numero uno. Totti si sacrifica anche in difesa, De Rossi si riprende la regia..!

Può tornare in America soddisfatto James Pallotta. All'Olimpico la Roma gli regala una notte da finale Nba, con il poker rifilato al Milan. "It's amazing": "E' pazzesco" ha sussurrato a suo figlio in tribuna il presidente giallorosso. Sul campo una vera lezione di Zeman ad Allegri, con il Milan annichilito per oltre 70 minuti prima della mini reazione finale rossonera, aiutata in parte dall'espulsione ingenua e discutibile di Marquinhos, fin lì davvero insuperabile. Una Roma targata Argentina con le reti di Burdisso, Osvaldo, nono centro in campionato, e la doppietta di Lamela, che sale in doppia cifra a quota dieci e vince il duello dei ventenni fenomeni con El Shaarawy. Una Roma che sforna una prestazione quasi perfetta, migliore di quella con la Fiorentina, realizza tre gol di testa e si regala un bel Natale, oltre a una classifica che la vede rilanciata nella corsa Champions, a 4 punti dal secondo posto della Lazio e a 3 dal terzo di Fiorentina e Inter, con il Napoli a soli due lunghezze. La Juventus fa un campionato a parte per tutti. Una notte dalle tinte giallorosse e romane con Totti e De Rossi sugli scudi. Il Capitano non segna ma illumina e si sacrifica anche in difesa, il centrocampista si riprende la regia della squadra, strappando al boemo i complimenti per un primo tempo super. Un messaggio al mercato di gennaio. Un De Rossi così non si muoverà dalla Capitale. E nella serata magica, oltre all'esordio in A del baby Romagnoli, un predestinato secondo Totti, c'è anche la grande prestazione tra i pali di Goicoechea che, nel primo tempo, salva il possibile pareggio del faraone e poi nella ripresa alza la saracinesca, resistendo fino al rigore di Pazzini. Per Stekelenburg sarà dura riprendersi il posto di numero uno. Poco importa, per la Roma era decisivo respingere l'assalto del Milan e cancellare subito lo stop di Verona. Alla ripresa del campionato, nel 2013, dopo la tournee americana, i giallorossi ripartiranno da Napoli nella notte della befana. E sarà l'ennesimo spareggio per la Champions.!

martedì 25 dicembre 2012

The Guardian - De Rossi tra i 100 giocatori più forti al mondo..!

Il sito del giornale inglese, The Guardian, ha stilato la classifica dei 100 giocatori più forti al mondo e tra questi ha inserito il centrocampista della Roma, Daniele De Rossi. Il giocatore di Ostia, definito un "tuttofare" del centrocampo, occupa la posizione numero 42 grazie alla sua "tecnica e alla sua abilità che sono assolutamente indiscutibili". Le prime 5 posizioni sono occupate da Messi, Ronaldo, Xavi, Iniesta e Ibrahimovic.!

Bradley-Tachtsidis-Florenzi il terzetto di centrocampo più utilizzato da Zeman..!

Con il terzetto di centrocampo composto da Bradley, De Rossi e Pjanic, schierato nel match di sabato sera contro il Milan da mister Zdenek Zeman, si è chiuso un cerchio avviato il 26 agosto, data della prima giornata di questo campionato, quando contro il Catania venne impiegato lo stesso trio di centrocampo. Da lì in avanti, il tecnico boemo non aveva mai riproposto quel particolare schieramento impiegando, all'interno delle proprie rotazioni ben otto combinazioni diverse sulla mediana, uno dei punti nevralgici per lo scacchiere zemaniano. Alla ricerca del giusto equilibrio, l'allenatore giallorosso ha ruotato tutti gli uomini a propria disposizione, alternando De Rossi e Tachtsidis nel ruolo di vertice basso (ad eccezione delle vittoriose gare contro Torino e Pescara, nelle quali venne impiegato Bradley), nel dualismo più discusso da buona parte della tifoseria romanista in questa prima metà di stagione. Tra gli interni di centrocampo la rivelazione è senza ombra di dubbio Alessandro Florenzi, tornato alla base dopo un anno di prestito a Crotone, e impostosi in cima alle preferenze del proprio allenatore grazie alle sue caratteristiche che permettono di svolgere al meglio fase difensiva ed offensiva. E' infatti il centrocampista campione d'Italia, da capitano con la Roma Primavera, il giocatore più impiegato fino ad oggi, dall'alto dei suoi 1159 minuti di utilizzo, seguito da Tachtsidis con 944, Bradley con 836, De Rossi con 605 e Pjanic con 432 minuti, con quest'ultimo che ha però disputato tre partite da esterno d'attacco del tridente, per un totale di 675 minuti di gioco. Sono invece 344 i minuti di Marquinho, tutti da subentrato ad eccezione della partita contro la Sampdoria, gettato nella mischia quasi sempre a mezz'ora dal termine. La combinazione preferita dal tecnico boemo è quella formata da Bradley-Tachtsidis-Florenzi, schierata nell'undici iniziale per 5 volte, e con la quale ha raccolto ben 12 punti sui 15 a disposizione, perdendo solamente nell'ultima trasferta a Verona contro il Chievo. Le meno impiegate sono Pjanic-Tachtsids-Florenzi, Florenzi-Tachtsidis-Marquinho e De Rossi-Tachtsidis-Pjanic, con le quali la Roma non è mai riuscita a vincere, ottenendo solamente un punto in casa contro la Sampdoria e subendo , sempre tra le mura amiche dello Stadio Olimpico, due clamorose rimonte contro Bologna e Udinese..!

La Roma in prestito - Borriello e Brighi non convocati e sul piede di partenza. Panchina per Curci e José Angel..!

Anche a Natale,propone l'analisi delle prestazioni dei giocatori giallorossi in prestito ad altre società. JOSE' ANGEL – Portato in panchina, ma ancora una volta lasciato seduto per tutti i 90 minuti. Nella vittoria per 2-1 sul Sevilla, il terzino di proprietà della Roma è rimasto fuori dai piani del tecnico Montainer per l'ennesima volta in questa stagione. Nel ruolo per il quale era stato preso José Angel ormai gioca De La Bella, che se continua a fornire queste prestazioni sarà difficile soffiargli il posto. L'esterno sinistro della Real Sociedad questa volta ha anche siglato il gol della vittoria e lascia il proprio allenatore sempre più convinto della scelta presa dall'inizio del campionato. Con questi 3 punti la squadra basca si porta al settimo posto, in piena lizza per un posto in Europa il prossimo anno. BORRIELLO – Niente infortunio o scelta tecnica. Questa volta a tenere lontano Borriello dalla partita fra Genoa e Inter a San Siro ci ha pensato la dirigenza. Il centravanti napoletano si è presentato tardi all'allenamento della vigilia della sfida con l'Inter, e la cosa non è proprio andata giù a Rino Foschi e Delneri che hanno deciso di non convocarlo. Ora il giocatore è proprio nel mirino dei nerazzurri e a gennaio potrebbe ritornare a Milano, sponda interista per permettere a Milito di rifiatare quando necessario. Anche senza Borriello comunque la partita di sabato si è conclusa con un pareggio per 1-1 grazie al vantaggio di Immobile per i Grifoni, raggiunti negli ultimi minuti dal gol di Cambiasso. Per i rossoblù è un punto che non cambia le cose, lasciandoli in penultima posizione, ma che almeno li fa andare in vacanza con una piccola boccata d'ossigeno. BRIGHI – La mancata convocazione del mediano in prestito al Torino nella vittoria casalinga per 2-0 dei granata contro il Chievo, è stata in qualche modo la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Matteo Brighi, come Borriello, a gennaio potrebbe cambiare maglia. Con Ventura sta trovando pochissimo spazio, e si parla di un interesse del Pescara per un possibile trasferimento nella finestra di mercato che si aprirà a gennaio. Non c'è ancora nulla di concreto, ma sembra proprio che il tecnico del Torino non lo tenga in particolare considerazione nella corsa alla salvezza che con la vittoria contro il Chievo si fa sempre più alla portata dei granata. CURCI – Il portiere di proprietà giallorossa si è finalmente ripreso dall'infortunio ed è tornato a disposizione di Pioli, che però un po' per non rischiarlo e un po' per scelta tecnica, lo ha tenuto in panchina 90 minuti nella sconfitta casalinga contro il Parma per 2-1. Agliardi ha infatti dimostrato nelle partite precedenti di meritare ampiamente le chance che il tecnico gli ha offerto e Curci adesso dovrà dimostrare in allenamento di essere all'altezza della situazione per poter spodestare il collega più esperto. Per la formazione bolognese la sconfitta nel derby romagnolo non pesa tantissimo sulla classifica, ma di sicuro non fa piacere alla piazza che dopo le due belle vittorie esterne con il Napoli si aspettava qualcosa di più, soprattutto nell'ultima uscita dell'anno davanti il pubblico di casa.!

Roma, Lamela: "Felice per aver raggiunto quota 10 reti"..!

L'attaccante della Roma, Erik Lamela, sul suo profilo Twitter ha voluto sottolineare il suo personale traguardo per le reti segnate in questo campionato. "Muy contento por haber llegado a los 10 goles en el torneo". "Sono molto felice per aver raggiunto quota 10 reti in campionato"..!

lunedì 24 dicembre 2012

Nico Lopez parte per il Torneo Sudamericano Under 20. Ipotesi prestito per l'uruguaiano..!

La Roma ha sciolto le riserve. Nico Lopez parte per il Sudamericano Under 20 con l'Uruguay. Era in bilico fino alla fine, la società giallorossa stava pensando se mandarlo oppure no. Determinante il lavoro dell'entourage del giovane attaccante, che al suo ritorno potrebbe non giocare ancora nella Roma. Si lavora per un prestito, così da farlo crescere e maturare. Non è stata ancora individuata la prossima squadra di Nico Lopez, ma la cessione temporanea sembra la strada da seguire..!

Ag. Brighi: "Matteo interessa al Pescara"..!

Vanni Puzzolo, agente di Matteo Brighi, centrocampista di proprietà della Roma ma quest'anno in prestito al Torino, ha parlato della situazione del suo assistito alla corte di Ventura: "Il momento di Brighi al Torino? In questo momento è chiaro che mi aspetto che possano arrivare altri calciatori a centrocampo. Brighi sta giocando davvero poco, evidentemente hanno altre idee. Se può partire? Mi hanno detto che lo terranno ma vediamo a gennaio. Alcune squadre si sono mosse, come il Pescara, ma la scelta deve prenderla il Torino", ha affermato a tuttomercatoweb.com.!

Roma, De Rossi: "Mai pensato di partire, ma i rumors sul City li ho sentiti..."!

Lunga intervista a Daniele De Rossi sulle colonne del New York Times. "Sono nato a Roma, per me è la cosa normale giocare qui. Non ho mai provato nè voluto vestire un'altra maglia. Per me è fantastico, meraviglioso, sono a casa. La pressione? Alcuni la soffrono, ma quando sei abituato impari a convinverci. La società? E' cambiato tutto ma c'è sempre la stessa passione: questo è un progetto a lungo termine, spero ci portino a vincere qualcosa di importante. Il mio ottimo inglese? A scuola e dalla mia ragazza: suo padre è americano e sua madre inglese. Il tour negli States? Fantastico, sono felicissimo. Io al Manchester City? Mr. James Pallotta ha detto che non sono sul mercato, che non sono invendita. Amo questa città, amo questa società. Tutto quello che amo è qui. Sarebbe difficilissimo per me dover cambiare. Se qualcuno dovesse volermi, il mio agente dovrebbe parlarci ma del City non so niente..... Ok, ho sentito questi rumors, ma sono sicuro di avere un bel futuro a prescindere da dove. Spero che un giorno sarà anche negli States, con Bradley ne parlo spesso. Ho ventinove anni, però, sono giovane, vivo per la Roma ed andarmene sarebbe un dramma. Vorrei restare qui: tanti cambiano, vestono altre maglie ma non è il mio modo di fare questo mestiere"..!

Zago segnala Cassio alla Roma. Si può prendere per 7 milioni..!

A gennaio Antonio Carlos Zago dovrebbe entrare nello staff di Zeman con l'ex difensore brasiliano che, intanto, ha segnalato alla Roma il portiere Cassio (26). L'estremo difensore del Corinthians è stato eletto migliore giocatore della finale del mondiale del club, contro il Chelsea. Lo riporta Il Tempo, aggiunge che il giocatore si può prendere per 7 milioni ma ha il problema di essere extracomunitario.!

Inter, Borriello come vice-Milito, la Roma frena..!

Continua a far parlare il "caso" Borriello, dopo la lite con Foschi e l'esclusione nella gara con l'Inter a San Siro. Il giocatore è stato messo sul mercato, con l'Inter, a caccia di un vice Milito, che ci starebbe pensando. Come riporta La Gazzetta dello Sport, Preziosi e Moratti hanno già una sorta di intesa, resta da capire la posizione della Roma, detentrice del cartellino: i giallorossi infatti stanno prendendo tempo, perché non vorrebbero rinforzare una diretta concorrente per un posto in Europa.!

De Rossi: "Vivo per la Roma, tutto ciò che amo è qui"..!

Tra pochi giorni la Roma partirà per gli Stati Uniti, dove sosterrà un brevissimo richiamo atletico all’ESPN Wide World of Sports Complex di Orlando. Tra i giocatori più attesi negli Usa figura Daniele De Rossi, che ha rilasciato una breve intervista al The New York Times. È corretto dire che ti trovi bene a Roma? “Sono nato a Roma. Per me è normale giocare qui. Non ho mai cercato di giocare per un altro team, né ho veramente voluto. Per me è incredibile, è fantastico. La prima volta che sono entrato al Centro Sportivo avevo 12 anni. E 'la mia casa”. Il calcio ha così tanta attenzione in Italia, soprattutto per le squadre di Roma. Come vivi la pressione? “Credo che alcuni giocatori, che vengono a giocare qui, la sentano parecchio. Io ci sono abituato, tu cresci avvertendola anche quando sei un semplice tifoso. E 'qualcosa con cui semplicemente convivi”. Come accaduto per alcuni club inglesi, i nuovi proprietari americani stanno progettando di costruire uno stadio e desiderano espandere il marchio Roma in tutto il mondo. Cos’è cambiato con la nuova proprietà? “In tutto il mondo i proprietari sono diversi. Qui sono cambiate parecchie persone: i dirigenti, gli allenatori, i giocatori. Tutto è cambiato. Ma c'è la stessa passione per gestire bene questo club. Credo che per questi proprietari la Roma sia un progetto a lungo termine; speriamo ci portino a vincere qualcosa di importante. Prima, la proprietà era una famiglia che ha speso tutta la sua vita per la Roma. Ora questo è cambiato, ma anche loro stanno lavorando con passione”. Di recente, ci sono stati episodi di razzismo e antisemitismo che hanno coinvolto i tifosi della Lazio, l'altro club di Roma, i quali hanno soprannominato la Roma il "club ebraico". Pensi che questo sia un problema in Italia, nel calcio e nella società? “Parlando con i miei compagni di squadra, di molte nazionalità diverse, loro dicono di percepire una grande differenza con il calcio a Roma rispetto a quello di altre città e dei rispettivi club. Penso che, in un certo senso, si tratti di un problema italiano. Fa parte della maniera italiana di vivere e parlare di calcio. Io gioco con molti giocatori di colore e religioni diversi, e mi spiace per come vengano trattati. In merito al razzismo a Roma, credo che si tratti davvero di una piccola parte di tifosi della Roma e della Lazio. E 'un problema del mondo che si trasmette al calcio. Si tratta di un problema di molte persone che seguono il calcio”. Dove hai imparato a parlare inglese così bene? “A scuola e ora anche grazie alla mia ragazza. Suo padre è americano e sua madre inglese”. La Roma tornerà negli Stati Uniti dopo Natale. E 'un viaggio che tu ei tuoi compagni attendete o preferireste rimanere in Italia durante la pausa? “Sono eccitato. Devo dire che mi piacciono parecchio gli Stati Uniti. Ho passato molto tempo lì in vacanza. Amo il vostro Paese. Sarà positivo trascorrere lì cinque giorni di allenamenti e di lavoro, ma ci sarà occasione anche per divertirsi con mia figlia e la mia fidanzata. Quando vengo negli Stati Uniti, di solito vado a New York e, a volte, a Las Vegas. Lo so, non è molto culturale!” Quest'anno la Roma ha un nuovo allenatore e questo ha comportato alcuni cambiamenti per la squadra e per te, in particolare. E 'stato difficile? “Sì, è qualcosa di nuovo per me. Abbiamo un nuovo allenatore ma anche parecchi nuovi giocatori molto bravi, come Michael Bradley. Il mio compito è quello di giocare nello stesso ruolo a centrocampo, ma è stato difficile per me trovare lo spazio che ero abituato ad avere. Devo solo lavorare sodo e con professionalità, e sono sicuro che presto avrò più possibilità di giocare”. Ultimamente si è molto scritto e parlato della tua intenzione di andare a giocare per Roberto Mancini al Manchester City, in Inghilterra, durante il periodo di trasferimento di gennaio. E’ vero? “Mr. Pallotta ha detto che non sono sul mercato, non sono in vendita. Ripeto, mi piacciono ancora questa città e il club. Tutto ciò che amo è qui. Sarebbe così difficile per me, se dovessi cambiare. Se alcuni club mi vogliono, il mio manager dovrà parlare con loro. Non so nulla di questa indiscrezione sul City”. Davvero? Sei sincero? “Va bene. Ho sentito queste voci. Sono sicuro che il mio futuro sarà buono, non importa dove giocherò. Spero un giorno di fare un’esperienza negli Stati Uniti. Ho parlato a lungo con Michael di questa cosa. Mi piacerebbe andare negli Stati Uniti per giocare ma sono ancora giovane, ho 29 anni. Io vivo per questo club. La mia storia è che io vivo per il club e, per me, lasciando sarebbe un dramma, un grande dramma. Mi piacerebbe restare qui. Non tutti i giocatori hanno la mia stessa storia. Alcuni giocatori cambiano città, Paesi e club fin da giovani. È normale per loro. Per me non è il modo di fare il mio lavoro”.!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Guadagna da casa tua

beruby.com - Guadagna acquistando online