domenica 29 aprile 2012

Roma, dal Belgio: si infoltisce la concorrenza per Rosales..!

In grande evidenza con le maglie del Twente e della nazionale venezuelana da ormai due stagioni, il terzino destro Roberto Rosales (23), da tempo sul taccuino dei possibili obiettivi di mercato per la Roma, starebbe destando intorno a sé una sempre maggior dose di interesse. Sulle sue tracce, secondo quanto riportato sulle pagine di belgiumsoccer.be, si sarebbero posti infatti numerosi club di prima fascia della Bundesliga tedesca (Wolfsburg, Werder Bremen, Bayer Leverkusen e Bayern Monaco), oltre all'Anderlecht, che lo segue da tempo. Rosales è attualmente legato ai rossi olandesi fino al giugno 2013, e potrebbe essere ceduto a titolo definitivo, specie qualora non arrivasse il rinnovo di contratto, per circa 4 milioni e mezzo di euro..!

Luis Enrique vicino all'addio: chi dopo di lui?!

il punto sul mercato degli allenatori in chiave Roma. L'addio di Luis Enrique sembra ormai molto probabile, e per sostituirlo i nomi più gettonati sono quelli di Guardiola e Ancelotti. Sul taccuino di Baldini e Sabatini ci sarebbe, come alternativa, anche l'attuale tecnico del Siena Sannino..!

Roma, dal Portogallo: passi avanti verso Garay..!

Al di sotto delle aspettative la sua esperienza tra le file del Real Madrid, vissuta tra 2009/10 e 2010/11, il difensore centrale argentino Ezequiel Garay (25) potrebbe essere messo sul mercato anche dal Benfica. Approdato in divisa biancorossa appena lo scorso luglio, nell'àmbito dell'affare che portò Fabio Coentrao tra i Blancos, Garay, brevemente passato anche nel giro della Seleccìon, sarebbe infatti considerato dalla dirigenza delle Águias un possibile elemento di plusvalenza, data l'intenzione del club di far partire l'asta per il cartellino del giocatore da 11 milioni di euro (al di là dei 20 milioni previsti nella clausola rescissoria in vigore). Secondo quanto riportato dal quotidiano sportivo portoghese Record, in prima fila per l'ingaggio dell'argentino vi sarebbe la Roma: difficile il riscatto di Simon Kjaer dal Wolfburg, con Gabriel Heinze in possibile partenza e comunque in età calcisticamente avanzata, aspetto anagrafico che riguarda anche la bandiera Juan, la dirigenza giallorossa dovrà senza dubbio andare a caccia di nuovi interpreti per il proprio pacchetto arretrato, e Garay è da tempo tra i nomi più graditi per i capitolini. Garay è attualmente legato al Benfica fino al giugno 2015, e, qualora ai lusitani non pervenissero offerte di rilievo, è in ogni caso probabile una sua permanenza..!

Roma, Trigoria: Burdisso in gruppo..!

Dopo il pareggio dell’Olimpico contro il Napoli, la Prima Squadra si è oggi ritrovata a Trigoria per sostenere l’allenamento in vista del prossimo incontro: la Roma, infatti, affronterà il Chievo nella trasferta del 1 maggio. I giocatori scesi in campo ieri sera hanno svolto seduta di scarico e terapie. Il resto del gruppo è stato impegnato nella classica sessione di lavoro: torello, sfida a campo ridotto con quattro porte, esercitazioni di finalizzazione e, a concludere, partita. Burdisso ha svolto gran parte della seduta assieme ai compagni di squadra. Lavoro differenziato per Stekelenburg. Appuntamento a domani, ore 14, per un nuovo allenamento prima della partenza per Verona..!

Roma, la curva: 'Via Lucho o sarà caos'..!

La curva Sud è stufa. Il progetto Luis Enrique non convince gli ultras, che ora passano anche alle minacce. Alcuni capi hanno parlato con Totti a fine partita e gli animi erano piuttosto accesi. Le voci parlano di ultras sul piede di guerra, che avrebbero minacciato di presentarsi a fare "casino" a Trigoria se Luis Enrique dovesse rimanere il tecnico della Roma anche il prossimo anno.!

sabato 28 aprile 2012

Roma, Baldini: 'Luis Enrique resta!'

Ecco le parole di Franco Baldini ai microfoni di Sky al termine di Roma-napoli 2-2. BALDINI A SKY Cosa è accaduto a fine partita? “Qualcuno diceva di andare via ai giocatori, io gli ho detto che a questo punto vado via io, non è colpa di Luis Enrique ed è stato dimostrato nel primo tempo. L’ambiente mette pressione e la squadra forse ha avuto paura di vincere. Ci siamo messi troppo dietro ed abbiamo dato modo al Napoli di recuperare. La forza che abbiamo messo nel cercare il pareggio è comunque una cosa buona. In tribuna quindi qualcuno le ha chiesto di mandare via Luis Enrique. “Sono io il responsabile, ma la squadra nel primo tempo ha fatto vedere che Luis Enrique ha un’idea di gioco per far giocare la squadra, ad inizio stagione abbiamo detto che non ci si doveva aspettare più di tanto in questa stagione. Luis Enrique merita almeno un’altra stagione perché deve dimostrare il suo valore, ed è facile difenderlo e stare dalla sua parte perché se lo merita, crediamo molto in lui” Totti, ottima prestazione. “Totti è sempre disponibile con tutti al 100% sia in campo che fuori, un giorno spero il più lontano dovremmo fare a meno di lui, per noi è troppo importante” Il problema allora è capire se Luis Enrique vuole continuare la sua avventura con la Roma. “Si lui ha questa volontà, sapeva di dover passare situazioni difficili, è molto provato, è la sua prima esperienza, però abbiamo rimandato a fine campionato l’analisi di tutti i problemi e possibilmente la soluzioni degli stessi”

A.S. ROMA BRIVIDI

Napoli beffato nel finale, ma la Roma esce comunque tra i fischi..!

Il Napoli si fa raggiungere nei minuti finali dalla Roma di Luis Enrique e butta via un'occasione d'oro per portarsi al terzo posto in attesa delle gare di domani. All'88' Fabio Simplicio sfrutta un cross del Primavera Tallo e buca De Sanctis per il 2-2 finale. In precedenza, Marquinho aveva sbloccato il punteggio su assist al bacio di Rosi. Poi la rimonta Napoli, firmata Zuniga e Cavani. Il pari non è piaciuto al tifo giallorosso, che ha sonoramente fischiato la squadra al fischio finale. Domani si gioca il resto della giornata. Il duello a distanza tra Milan e Juve prosegue: bianconeri in trasferta a Novara, Milan ospite del Siena. L'Inter va a caccia dei 3 punti a San Siro con il Cesena, mentre Udinese e Lazio si affromtano in uno scontro fratricida: chi perde si gioca la Champions. Nei due anticipi delle 18 del sabato, pareggi tra Palermo e Catania e Cagliari e Chievo..!

Roma-Napoli 2-2: Il tabellino..!

ROMA-NAPOLI 2-2 Roma (4-3-1-2): Lobont; Rosi, Kjaer, Heinze, Taddei; Pjanic (28' Simplicio), Gago (35' Greco), Marquinho; Bojan (28' st Tallo), Totti, Borini. A disp.: Curci, José Angel, Perrotta, Piscitella. All.: Luis Enrique Napoli (3-5-1-1): De Sanctis; Fernandez, Cannavaro, Aronica; Maggio, Gargano, Inler, Dzemaili (7' st Pandev), Zuniga; Hamsik; Cavani (29' st Lavezzi). A disp.: Colombo, Fideleff, Britos, Dossena, Vargas.All.: Mazzarri Arbitro: Rizzoli Marcatori: 41' Marquinho (R), 3' st Zuniga (N), 22' st Cavani (N), 42' st Simplicio (R) Ammoniti: Taddei (R), Dzemaili (N), Heinze (R), Gago (R), Marquinho (R)

lunedì 23 aprile 2012

Calciomercato Roma, ecco le ultime sul futuro di Paulinho..!

Inter, Milan e Roma sono le tre squadre italiane sulle tracce di Paulinho, ma non sono le sole. Nelle scorse settimane vi abbiamo parlato dell’interesse di Lione e Psg per il numero 8 del Corinthians, un interesse che trova conferma anche nelle ultime informazioni raccolte in esclusiva da Calciomercatoweb.it..!

Mercato Roma, Sabatini: "Luis Enrique ha fatto qualche errore. Ma noi dirigenti..."!

Il passivo di Torino è pesante. La fragorosa sconfitta in casa della capolista Juventus difficilmente sarà digerita con serenità dai supporters della Roma. La panchina di Luis Enrique, nonostante tutto, continua a non scricchiolare stanto a sentire le parole di Walter Sabatini: "Certamente anche l'allenatore fa qualche piccolo errore. Qui non si beatifica nessuno, ma noi dirigenti gli abbiamo fatto mancare qualcosa - ha spiegato il ds giallorosso a 'Sky Sport' -. Luis Enrique ed io abbiamo un contratto per l'anno prossimo: crediamo molto nella Roma, ma non servono i quinquennali per lavorare seriamente"..!

Calciomercato Roma, Gago guadagna troppo. Torna a Madrid?!

'Il Messaggero' di oggi getta dei dubbi in merito alla permanenza di Fernando Gago a Roma. Il quotidiano della capitale conferma il desiderio della dirigenza giallorossa di confermare l'argentino nella propria rosa ma spiega che l'ostacolo è l'ingaggio percepito dal giocatore. Gago, ancora di proprietà del Real Madrid, percepisce dal club spagnolo 3 milioni a stagione mentre, per arrivare in Italia, si è "accontentato" per questa stagione di 1,1 milioni di euro lordi. Una possibile soluzione potrebbe essere una spalmatura dell'ingaggio su più annualità, altrimenti il calciatore tornerà in Spagna..!

Calciomercato, Roma-Musacchio: ecco perche' si puo'..!

Nella giornata di ieri i colleghi di 'gazzettagiallorossa.it' ha parlato di trattative molto avanzate per il passaggio di Mateo Musacchio alla Roma la prossima stagione. Un'ipotesi tutt'altro che peregrina, sia perché il 21enne argentino rispecchia a pieno le caratteristiche tecniche e caratteriali cercate dai giallorossi, sia perché il difensore del Villarreal ha lo stesso agente di Fernando Gago, in ottimi rapporti con Franco Baldini e Walter Sabatini..!

Lamela si scusa: La Roma non fa ricorso..!

Presa completa visione dei fatti attraverso le immagini televisive e ascoltato il calciatore Erik Lamela, l'Associazione Sportiva Roma ha deciso di non inoltrare ricorso avverso la squalifica di tre giornate comminata oggi al calciatore dal giudice sportivo. Erik Lamela si scusa con i suoi tifosi, con i compagni di squadra, con l'allenatore e con l’avversario per l'increscioso episodio..!

Roma, Lamela e i tre ribelli..!

Lo sputo ricade in testa a Lamela. Come è giusto che sia. Tre giornate di squalifica, pena esemplare per chi si macchia di un gesto non violento, ma ignobile, maleducato in risposta al 'quattro' di Lichtsteiner. Gesto goliardico come fu otto anni fa quello di Totti. Ironicamente parlando, l'unica cosa da imputare agli juventini (ci fu anche l'episodio di Trezeguet nel novembre del 2005, lo stesso gesto) è la scarsa originalità e una mimica facciale sicuramente meno d'impatto rispetto a quella del capitano giallorosso. Alla Roma manca gente di personalità, perchè la rabbia, la grinta, viene scaricata nella maniera peggiore. In particolare, Lamela è recidivo: è stato protagonista del calcio a Chiellini in Coppa Italia, si è preso il pugno di Osvaldo dopo una lite per un passaggio non effettuato nella partita di Udine, ed è indisponente in allenamento. Insomma, fin qui ha mostrato più fragilità d'animo che numeri in campo, come era lecito aspettarsi. Gli farebbe bene un anno in prestito in serie A, per capire cosa vuol fare da grande. Dal canto loro, Baldini e Sabatini sono stati sempre trasparenti nell'ammettere davanti a taccuini e telecamere tale mancanza di spirito. Da arginare, con una grande campagna acquisti. I giocatori non hanno gradito, come non hanno approvato il profilo basso della società nei confronti degli arbitri. Prima Taddei, ieri Osvaldo si sono lamentati delle varie direzioni di gara, e lo stesso italo-argentino insieme a De Rossi e Heinze sono andati a chiedere spiegazioni al dg Baldini dopo la vittoria contro l'Udinese, circa le parole dette a commento della pessima figura di Lecce ('Giocatori sopravvalutati'). I tre avrebbero preferito un confronto a quattr'occhi, ma come in tutte le società esistono le gerarchie: il direttore generale ha più potere rispetto ai giocatori e non deve dare loro nessuna giustificazione sul suo operato, e considerata la sconfitta contro la Juventus non sono state proferite parole frettolose. La personalità non si vede reagendo d'istinto ad una brutta figura, ma nella continuità. E la squadra non he ha. Con buona pace dei tre ribelli. Che chiedano scusa..!

Simplicio calma i tifosi: 'Io do sempre il massimo'..!

Una decina di tifosi della Roma hanno raggiunto il centro sportivo Fulvio Bernardini di Trigoria al termine dell'allenamento per contestare la squadra dopo il 4-0 subito dalla Juventus: 'Ne avete presi quattro anche stavolta', il loro urlo di protesta. Fabio Simplicio, assente ieri sera, è stato l'unico a fermarsi dicendo: 'Mi dispiace. Quando gioco, do sempre il massimo'..!

Roma, Luis Enrique: I numeri non insegnano..!

Va bene la voglia di sorprendere, va bene la volontà di scardinare un pronostico che già alla vigilia sembrava più che chiuso, così come la stakanovistica ricerca di andar sempre per la propria strada. Ma le scelte di Luis Enrique a Torino sono state per certi versi incomprensibili. Come se i numeri non avessero insegnato già abbastanza, il tecnico giallorosso ha deciso di fare a meno di Totti e ha sbattuto di nuovo il faccione spigoloso sulla cruda realtà: questa squadra non può ancora fare a meno del suo leader. Senza di lui il gruppo perde identità: oh, magari sarà un caso, ma i numeri in questo senso sono inflessibili. Per non parlare della scelta di Perrotta: giocatore finora tenuto in salamoia e messo dentro nella partita della stagione. Facile sparare sul pianista adesso, ma quando dopo sette minuti stai sotto due gol contro questa Juve, qualche domanda te la devi pur fare. Nessuno aveva chiesto a Luis Enrique di portar via tre punti da uno stadio ancora imbattuto in serie A, ma di tornare a casa a testa alta sì: quello era il minimo. Invece la Roma si riscopre rometta, si ritrova davanti a tutti i suoi limiti in una partita che di fatto non c'è mai stata e paga carissimi gli errori di un'annata assurda: così come la tensione accumulata dalla sconfitta che culmina nello sputo di Lamela e Lichtsteiner dopo il quattro mimato dallo svizzero. E Bergonzi, seppur in tutta la sua pochezza, non può essere un alibi..!

Roma, Trigoria: Tifosi snobbano la squadra..!

La Roma è tornata ad allenarsi oggi pomeriggio a Trigoria. Nessun tifoso ha sbirciato l'allenamento al di là delle mura del 'Bernardini', scegliendo di snobbare la squadra: tuttavia, la contestazione è soltanto rimandata a mercoledì prossimo, in occasione della partita d'andata contro la Fiorentina. Luis Enrique preparerà la partita nella rifinitura di domani: oggi infatti chi è stato impegnato nella partita contro la Juventus ha svolto soltanto defaticante. Il ds Sabatini ha assistito all'allenamento da bordocampo, comportamento solito dopo una sconfitta..!

Roma, oggi al lavoro: Luis cambia la squadra..!

La Roma tornerà ad allenarsi oggi a Trigoria dopo i quattro gol subiti dalla Juventus: tra due giorni scenderà di nuovo in campo contro la Fiorentina all'Olimpico. Luis Enrique, un po' per obbligo e un po' per turnover, rivoluzionerà la squadra: Curci prenderà il posto di Stekelenburg squalificato, in difesa dovrebbero tornare dal primo minuto Taddei e Heinze (probabile il ritorno di De Rossi in cabina di regia). A centrocampo, possibile turno di riposo per Marquinho. In attacco sarà emergenza: Bojan sarà squalificato, mentre Lamela sarà fermato per lo sputo a Lichtsteiner. Il tridente appare scontato: Totti-Osvaldo-Borini. Ma con Luis Enrique ogni sorpresa è dietro l'angolo..!

Roma, Osvaldo: 'Arbitro ha indirizzato la gara'..!

Osvaldo: "Bergonzi mi rideva in faccia" L'attaccante della Roma: "Questo arbitro si sente un Dio in terra, ha indirizzato la gara. Il club non lo dice, ma lo dico io". "Lamela? Se ha sbagliato lo puniremo"..!

Roma, i voti di CM: Luis Enrique forza 4!

Stekelenburg 5,5 (dal 28'Curci 6,5) Rosi 4 De Rossi 4 Kjaer 4 José Angel 4 Perrotta 4 Gago 6 Marquinho 4,5 Pjanic 5 (dal 61' Lamela 5) Osvaldo 4,5 (dal 57' Bojan 5) Borini 5,5

sabato 21 aprile 2012

Roma, Borini: Convocato per la Juventus..!

C'è anche Fabio Borini nella lista dei convocati diramata dal tecnico della Roma, Luis Enrique, per il posticipo di domani sera in casa della Juventus. L'attaccante, che ieri aveva interrotto l'allenamento a causa della riacutizzazione del dolore nella regione lombare sinistra, ha svolto l'intera rifinitura assieme ai compagni e partirà regolarmente per Torino. Questa la lista completa dei convocati: Portieri: Stekelenburg, Curci, Pigliacelli Difensori: Heinze, Kjaer, Rosi, Taddei, Josè Angel Centrocampisti: De Rossi, Gago, Greco, Marquinho, Perrotta, Pjanic, Simplicio Attaccanti: Borini, Bojan, Lamela, Osvaldo, Totti..!

Roma-Musacchio: Ecco l'erede di Burdisso..!

Mateo Pablo Musacchio, difensore centrale del Villarreal e della Nazionale argentina, sarebbe già stato bloccato da Sabatini per riforzare la Roma della prossima stagione. E’ quello che si legge su ‘GazzettaGiallorossa.it‘, che ci rivela anche le cifre, che si aggirerebbero sui 5 milioni di euro...!

Totti 'Gioco fino a 40 anni!'


Meglio un altro titolo mondiale con la maglia azzurra dell'Italia o uno scudetto con la Roma? Francesco Totti non ha dubbi. "Lo scudetto con la Roma, senza dubbio. È una gioia che non può essere eguagliata". Il numero 10, intervistato in esclusiva dal sito della Fifa, si racconta a 48 ore dal big match di Torino contro la capolista Juventus e non fa nulla per nascondere il profondo legame che lo lega alla Capitale ed ai colori giallorossi. "Io appartengo a Roma. Sono nato a Roma, sono romano e romanista - spiega Totti -. Anche se ho avuto molte possibilità di andare via, ho detto sempre di voler indossare solamente una maglia durante la mia carriera. Non riesco ad immaginarmi con un'altra", diversa da quella della Roma. "Inoltre, non so come lo avrei potuto spiegare ai miei figli" aggiunge l'attaccante, sottolineando che l'amore per la 'Magica' "ha avuto la precedenza su tutte le offerte che ho avuto. Sono felice della mia decisione". BANDIERA - Per Totti, infatti, essere la bandiera della Roma "vale molto di più che vincere il Pallone d'Oro". Nel corso dell'intervista alla Fifa, Totti si sofferma anche sul rapporto con Luis Enrique, con cui all'inizio della stagione ci sono state alcune incomprensioni. "È normale non essere felici quando non si gioca - ammette il capitano romanista -. Ma mi sono sempre messo a disposizione per aiutare la squadra. E quando ho cominciato a giocare non ho fatto troppo male, quindi il mister ha iniziato a prendermi più in considerazione". Mister che ha portato una nuova filosofia di gioco: "Ho sempre detto che quando ci sono dei cambiamenti, ci vuole un pò di tempo perché le cose vadano bene. L'obiettivo di Luis Enrique è quello di portare una nuova mentalità in Italia. Mi piace il suo sistema di gioco e sono sicuro che presto risulterà vincente". L'OBIETTIVO - Anche perché, prima di appendere gli scarpini al chiodo, Totti vorrebbe poter conquistare ancora qualcosa di importante con la maglia della Roma. "Ho ancora due anni di contratto e, se riuscirò a restare in forma fisica, spero di giocare fino a 40 anni - conferma Totti -. Per ora, però, è tutta una speculazione. Finchè mi sentirò in forma e utile alla squadra continuerò a vestire questa maglia con tantissimo orgoglio. E quando non mi sentirò più nelle condizioni giuste, sarò il primo a chiamarmi fuori". "Io credo nelle mie potenzialità - conclude quindi il numero 10 -. L'importante è fare il necessario per restare in condizione: vivere una vita sana e comportarsi come un vero professionista"..!

venerdì 20 aprile 2012

Totti su Luis Enrique: 'Con lui vinceremo presto'..!

Meglio un altro titolo mondiale con la maglia azzurra dell'Italia o uno scudetto con la Roma? Francesco Totti non ha dubbi. «Lo scudetto con la Roma, senza dubbio. È una gioia che non può essere eguagliata». Il numero 10, intervistato in esclusiva dal sito della Fifa, si racconta a 48 ore dal big match di Torino contro la capolista Juventus e non fa nulla per nascondere il profondo legame che lo lega alla Capitale ed ai colori giallorossi. «Io appartengo a Roma. Sono nato a Roma, sono romano e romanista - spiega Totti -. Anche se ho avuto molte possibilità di andare via, ho detto sempre di voler indossare solamente una maglia durante la mia carriera. Non riesco ad immaginarmi con un'altra», diversa da quella della Roma. «Inoltre, non so come lo avrei potuto spiegare ai miei figli» aggiunge l'attaccante, sottolineando che l'amore per la 'Magicà «ha avuto la precedenza su tutte le offerte che ho avuto. Sono felice della mia decisione». Per Totti, infatti, essere la bandiera della Roma «vale molto di più che vincere il Pallone d'Oro». Nel corso dell'intervista alla Fifa, Totti si sofferma anche sul rapporto con Luis Enrique, con cui all'inizio della stagione ci sono state alcune incomprensioni. «È normale non essere felici quando non si gioca - ammette il capitano romanista -. Ma mi sono sempre messo a disposizione per aiutare la squadra. E quando ho cominciato a giocare non ho fatto troppo male, quindi il mister ha iniziato a prendermi più in considerazione». Mister che ha portato una nuova filosofia di gioco: «Ho sempre detto che quando ci sono dei cambiamenti, ci vuole un pò di tempo perchè le cose vadano bene. L'obiettivo di Luis Enrique è quello di portare una nuova mentalità in Italia. Mi piace il suo sistema di gioco e sono sicuro che presto risulterà vincente». Anche perchè, prima di appendere gli scarpini al chiodo, Totti vorrebbe poter conquistare ancora qualcosa di importante con la maglia della Roma. «Ho ancora due anni di contratto e, se riuscirò a restare in forma fisica, spero di giocare fino a 40 anni - conferma Totti -. Per ora, però, è tutta una speculazione. Finchè mi sentirò in forma e utile alla squadra continuerò a vestire questa maglia con tantissimo orgoglio. E quando non mi sentirò più nelle condizioni giuste, sarò il primo a chiamarmi fuori». «Io credo nelle mie potenzialità - conclude quindi il numero 10 -. L'importante è fare il necessario per restare in condizione: vivere una vita sana e comportarsi come un vero professionista»..!

Roma, no a Kiyotake: Meglio giocatori europei..!

La dirigenza romanista boccia il centrocampista giapponese Hiroshi Kiyotake, classe '89. Nel Cerezo Osaka gioca da trequartista, può fare anche l'esterno alto, ma è stato giudicato troppo leggero con i suoi 172 cm d'altezza. La Roma in quella zona del campo punta a giocatori più pronti e più preparati al calcio europeo..!

giovedì 19 aprile 2012

Roma, Totti vuole i gol: Per la Champions e l'Italia..!


Nelle ultime due stagioni il capitano ha chiuso sempre in crescendo: due anni fa segnò quattro gol nelle ultime quattro partite e l'anno scorso ha realizzato 10 delle 15 reti totali nelle 10 giornate conclusive. A Trigoria e a Coverciano sperano che il centro contro l'Udinese possa essere catalogabile in questo discorso e, considerando il forfait azzurro di Rossi e quello quasi certo di Cassano, le chance di un suo clamoroso ritorno in Nazionale possono soltanto aumentare.
Ma ad aspirare a colorare di giallorosso l'attacco azzurro ci sono anche Osvaldo e Borini. Con Totti, hanno segnato complessivamente 25 gol in campionato e si candidano come tridente anti Juventus..!

Roma, Trigoria: Sarà Pjanic l'anti-Pirlo..!


Allenamento prevalentemente tattico, quello della Roma, per preparare la partita contro la Juventus di domenica. Luis Enrique ha proposto Kjaer e Heinze prima di fronte alla coppia Lamela-Osvaldo, poi all'attacco composto da Lamela insieme a Totti e Borini.
Grande lavoro anche per gli esterni, chiamati ad un doppio lavoro (difesa e contrattacco,) e per il centrocampo che dovrà diminuire l'incidenza di Pirlo. Dagli esperimenti effettuati oggi sembra possa essere ancora una volta Pjanic (come all'andata) l'uomo chiamato a marcare il centrocampista bianconero..!

Roma, offerto Murillo: Howedes e Garay in pole..!


Il difensore dell'Atletico Nacional, Oscar Murillo, è stato offerto alla Roma. Centrale, classe '88, ha ottenuto buone referenze da un osservatore, che ha girato il video a Sabatini. il ds ha iniziato a osservarlo in vista di un possibile ingaggio in estate. Tuttavia il suo arrivo può essere possibile soltanto in caso di fallimento terzo posto. I primi nomi sulla lista sono quelli di Howedes e Garay..!

Parla Giorgio Rossi: 'Sabatini, rafforza la Roma!'


'Possiamo conquistare la qualificazione in Champions League'. Giorgio Rossi, storico massaggiatore della Roma, regala ottimismo all'ambiente a pochi giorni dalla partita contro la Juventus: 'Se riescono a vincere a Torino, anche dal punto di vista psicologico, potrebbe essere una svolta - riflette ai microfoni di Asroma24 - Io sono fiducioso, rientrano alcuni giocatori che erano infortunati, perciò credo che daremo battaglia contro la Juventus'.
Giorgio Rossi è alla Roma dal 1957, ne ha viste tante di gestioni, e si può permettere di dare un giudizio sull'attuale proprietà: 'E' fatta di persone serie, senza dubbio. Luis Enrique è molto preparato, è un pignolo per certi versi, ma a Roma vogliono i risultati. Qualche tempo fa ho avuto uno scambio con lui, gli ho detto: Guarda che questi vonno vince... e lui mi ha risposto che lo sa. Certo che se vincessimo contro la Juve... Comunque, c'è bisogno di continuità e bisognerà rinforzare la squadra. Ci penserà Sabatini, che ho avuto come giocatore quando militava nella Roma. Quando è tornato a Trigoria, la scorsa estate, ci siamo abbracciati e gli ho detto: Guarda, sto ancora qua!, e lui si è fatto una risata'..!

Palacio alla Roma? Ds Genoa 'Non ci pensiamo'..!


Le voci di mercato di questa mattina, avevano dato per fatto l’affare tra Roma e Genoa per Palacio. A questo proposito la redazione di Gazzettagiallorossa.it ha contattato il direttore sportivo del Genoa, Stefano Capozucca, per esprimere un giudizio su queste voci. Ecco le sue parole: "Le voci di mercato? In questo momento non ci stiamo neanche pensando. Siamo in una situazione di classifica che sinceramente non ci aspettavamo di affrontare, mancano sei gare dalla fine e in questo momento la nostra attenzione è volta soltanto ad un obiettivo: la salvezza"..!

Agente Frison: 'Molto seguito...'!


lberto Frison è uno dei portieri più interessanti del campionato cadetto. Dopo gli ottimi sei mesi a Frosinone della scorsa stagione, si sta confermando ad altissimi livelli con la maglia del Vicenza. Il portiere è molto seguito sul calciomercato tanto che in passato si sono fatti i nomi altisonanti di Milan e Roma. Abbiamo raggiunto, in ESCLUSIVA per SerieBnews.com, il suo agente Silvio Pagliari.
Ecco le sue parole sul futuro del portiere del Vicenza: “E’ molto seguito. E’ un portiere fortissimo per il campionato cadetto e penso quindi che la prossima stagione potrà fare il salto definitivo verso una serie maggiore”.
Alla domanda se ci sono contatti con qualche squadra, risponde così Pagliari: “Sì, ci sono diversi contatti ma nulla di definitivo ancora. Posso solo dire che è seguito da squadre sia in Italia che all’estero”..!

mercoledì 18 aprile 2012

Roma, Kjaer in bilico: Piacciono due argentini..!


Alcune settimane fa il ds Sabatini ha proposto al Wolfsburg il rinnovo del
prestito di un altro anno: i tedeschi hanno detto sì, a patto che a fine stagione il riscatto sia obbligatorio. I club si aggiorneranno a giugno e dal mercato arriveranno altri due centrali. Il sogno è Dedè, più facile la pista Rhodolfo. Si seguono anche gli argentini Izquierdos e Velasquez..!

Roma, Trigoria: De Rossi provato in difesa..!


Primo allenamento settimanale della Roma in vista della partita contro la Juventus di domenica sera. Luis Enrique ha confermato nella partitella De Rossi centrale di difesa al fianco di Kjaer. L'allenatore asturiano dalla fine della settimana scorsa ad oggi ha sempre provato De Rossi in quella posizione, alternandolo al fianco e del danese e di Heinze. Il ballottaggio dovrebbe riguardare proprio loro due.
All'andata fu l'argentino il partner di De Rossi: i due furono giudicati dai principali quotidiani sportivi i migliori in campo. In Coppa Italia, invece, la coppia Kjaer-Heinze andò in bambola e subì tre gol dai bianconeri..!

Roma, Juan in Brasile: Ma la stagione non è finita..!


Tra oggi e domani Juan volerà in Brasile, con il permesso della Roma, per sbrigare alcune pratiche personali. Durante il suo soggiorno a Rio il difensore si farà controllare il ginocchio destro da uno specialista di fiducia: il recupero dalla lesione di secondo grado al legamento collaterale non è ancora concluso e Juan vuole togliersi gli ultimi dubbi.
Lo staff medico della Roma ha escluso la necessità di un intervento chirurgico e conta di rimettere in piedi il brasiliano per le ultimissime gare della stagione. 'Dipende da come risponde il ginocchio' si limita a dire Juan, che al suo ritorno, in realtà, penserà soprattutto al suo futuro. La Roma è pronta a liberarlo, lui chiede una buonuscita per poi cercarsi un'altra squadra dove chiudere la carriera. Preferibilmente in Europa, anche se il Flamengo è sempre lì e, magari, proprio durante la sua visita in Brasile, potrebbe rifarsi sotto..!

Roma, Nico Lopez: Pronto per Luis Enrique?!


La Roma Primavera scenderà in campo alle 14.30 a Trigoria per il recupero di campionato contro il Crotone. Una vittoria consentirebbe ai giallorossi di accedere alla fase finale da primi del proprio girone. In avanti De Rossi si affiderà a Nico Lopez, reduce dal poker contro il Bari, in tutto 13 gol in 10 presenze.
Luis Enrique sta seguendo con molta attenzione i miglioramenti del centravanti uruguaiano, acquistato a gennaio da Sabatini: 'E' ancora troppo acerbo per la prima squadra, è proprio piccolino', le parole del ds di tre mesi fa. Ma nel frattempo l'ex di di Montevideo è riuscito ad imporsi grazie ai progressi atletici, all'aiuto dei compagni e Luis Enrique è intenzionato a portarlo in ritiro con la prima squadra. Se Nico Lopez darà da subito risposte importanti, la dirigenza potrebbe risparmiare diversi soldi sul mercato..!

lunedì 16 aprile 2012

Roma, nomi nuovi: Howedes e Martinez..!


Dietro la squadra è da rifondare: per ora è stato individuato solo il fluidificante mancino Dodò, 20 anni, del Corinthians. La settimana scorsa è stato accostato alla Roma il difensore tedesco Bendeikt Höwedes, 24 anni, capitano dello Schalke 04. La pista è credibile perché il difensore non vuole rinnovare: il suo contratto scade nel 2013. Dalla Spagna, invece, assicurano che Luis Enrique abbia suggerito Iñigo Martinez, 21 anni, difensore centrale della Real Sociedad.
Il Vasco da Gama per Dedè, 23 anni, chiede 15 milioni. Il ds giallorosso si è nuovamente informato su Rhodolfo, 25 anni, del San Paolo. Prezzo: 10 milioni. Matias Silvestre, 28 anni, centrale argentino del Palermo, costa meno. Un titolare, per questo ruolo, arriverà, a prescindere dalla conferma di Kjaer che resterà solo se il Wolfsburg accetterà di rinnovare il prestito per un'altra stagione. In bilico pure Heinze chiamato da River e Boca..!

Genoa, Destro: L'Inter alza il pressing..!


C'è da segnalare il forcing dell'Inter per Mattia Destro, un giocatore cresciuto nel proprio settore giovanile e che ora rivorrebbe, a costo di pagarlo più del doppio rispetto a quando lo aveva ceduto al Genoa, abile a puntare su di lui quando non aveva ancora nemmeno esordito in serie A. Destro è stato mandato la scorsa estate al Siena in prestito per un milione e mezzo con obbligo di riscatto della metà per un milione e 300mila euro. A giugno, invece che scannarsi alle buste, Genoa e Siena potrebbero decidere di cedere congiuntamente Destro. E a volerlo sono la Juventus e la Roma, ma soprattutto l'Inter..!

Roma, De Rossi: l'inizio di una nuova carriera..!


Giocare da difensore con compiti da centrocampista. Ecco il nuovo Daniele De Rossi creato dalla mente di Luis Enrique: dieci metri più dietro per permettere alla squadra di trovare nuovi equilibri, ottimizzando le prestazioni di Kjaer. Un'intuizione in grado di cambiare gli scenari del prossimo mercato. Luis Enrique, per risolvere l'emergenza scaturita in tutta la sua violenza nei quattro gol subiti a Lecce, decide alla vigilia della partita contro l'Udinese di affidare a De Rossi sempre le manssioni da regista, però nel ruolo di centrale. I numeri riferiti alla partita contro i friulani applaudono alla sua scelta: 56 palle giocate, 44 passaggi riusciti, 18 giocate utili, 16 recuperi, il 50% di lanci lunghi riusciti (6 su 12). La prossima occasione per riproporre l'esperimento potrebbe essere già domenica sera, quando la Fiorentina - se saranno i viola a sbarcare all'Olimpico - presenterà il solo Jovetic in avanti. Per questo motivo Luis Enrique sta continuando a testare De Rossi centrale negli allenamenti.
All'inizio parlavamo di mercato. Sabatini ha un compito arduo: rivoluzionare la difesa. Heinze sembra sempre più vicino ad accettare le lusinghe del River Plate, Juan, nonostante le smentite, può andare al Flamengo. Una soluzione gradita alla Roma, che risparmierebbe l'ultimo anno di ingaggio e racimolerebbe qualcosa per il cartellino. Inoltre c'è l'incognita Burdisso, la sua reazione fisica all'infortunio del crociato. Di sicuro per tutta la prima parte della stagione non potrà essere al meglio. Per questo motivo De Rossi in difesa rappresenta una possibilità in più per l'anno prossimo, resa possibile grazie anche alle conferme di Gago e Marquinho, regia, equilibri e dinamismo a servizio della manovra giallorossa...!

Roma: Sabatini stringe per Dedè..!


Il ds Walter Sabatini è rimasto stregato da Dedè, 23enne centrale difensivo del Vasco da Gama, già due apparizioni con la Nazionale verdeoro: 'Ricorda Lucio', sostengono gli addetti ai lavori brasiliani. Grinta, corsa, personalità, dinamismo, ottimo stacco aereo e senso dell'anticipo: si amalgherebbe perfettamente con le caratteristiche di Nicolas Burdisso, che tornerà disponibile per la prossima stagione.
L'attuale valutazione è di 15 milioni di euro. Una cifra giudicata eccessiva, anche se Sabatini ha deciso di non mollare la presa convinto che le richieste del Vasco Da Gama potranno abbassarsi in estate. La Roma è pronta ad offire 8-9 milioni di euro per il suo cartellino..!

Roma, sogno Jovetic: Borini, occhio all'Inter..!


Uno Jo-Jo per la Champions. Stevan Jovetic è il prescelto, il nome indicibile per l'attacco da prendere in caso di qualificazione della Roma all'Europa dei grandi. Il nome dell'attaccante della Fiorentina circola nella capitale da qualche settimana, ma i primi contatti tra le due società sono avvenuti poco più di un mese fa nonostante le smentite di rito. Il club giallorosso si è limitato a chiedere il prezzo di Jo-Jo, anche se a Firenze ora hanno la salvezza in cima ai pensieri e la cessione del montenegrino non rientra nei programmi della società di Della Valle. La Roma però punta a sfruttare l'esistenza di una clausola rescissoria inserita nel contratto quinquennale firmato a novembre da Jovetic che può liberarsi per una cifra di poco inferiore ai 25 milioni.
La Roma nel frattempo deve badare a non farsi scippare Borini. Si lavora per rinnovare la comproprietà col Parma fino al 2013, ma sulla metà emiliana del cartellino è piombata l'Inter offrendo 7 milioni. 'Lui vuole solo la Roma', giura il procuratore, ma i giallorossi contano sui buoni rapporti col Parma..!

sabato 14 aprile 2012

Mercato Roma: Arrivano i dollari..!


C'è il capo, tutti al chiodo. L'ad americano Mark Pannes è tornato sul piedistallo di Trigoria per guidare la Roma verso il futuro. Riunioni lunghissime hanno riempito le ultime due giornate dei dirigenti: giovedì fino a mezzanotte, ieri dalla mattina alla sera. All'ordine del giorno l'aggiornamento sui più svariati aspetti dalla programmazione. Compreso quello che interessa di più ai tifosi: il mercato. Il tempo per gli acquisti non è ancora arrivato, quello di programmare gli investimenti sì. Partendo da un presupposto fondamentale: la Roma ha preparato un piano per gli acquisti che non verrà condizionato dall'eventuale accesso alla Champions League. I soldi, insomma, ci sono a prescindere al contrario del recente passato. Quanti? Impossibile stabilire da ora un budget, troppe le variabili che possono condizionarlo (la cessione di Borriello e l'addio anticipato con Juan, per dirne due), ma di sicuro sul piatto verrà messa una cifra in linea con quella della scorsa estate, quando il saldo fu negativo per oltre 42 milioni senza calcolare bonus e tasse. Sabatini è già partito alla caccia di acquisti. Il primo, Dodò, è in cassaforte (ormai lo hanno scoperto anche i più distratti), entro agosto ne arriveranno altri cinque-sei, di cui quattro potenziali titolari e un paio di scommesse. A Luis Enrique servono almeno due difensori centrali, un terzino destro e un centrocampista, Sabatini vuole prendere anche un attaccante. La lista dei nomi è lunghissima e un'operazione può condizionare un'altra. Se, ad esempio, la Roma investirà 20-25 milioni sullo Jovetic di turno non potrà arrivare anche ad Eriksen, il giovane centrocampista dell'Ajax sognato dai dirigenti che ne costa 15. Un acquisto di livello va fatto a prescindere in difesa e potrebbe arrivare ancora dalla Germania: il preferito di Sabatini è Subotic del Borussia Dortmund ma c'è mezza Europa sopra, non dispiace il suo compagno di reparto Hummels, ancor più apprezzato è Howedes, capitano dello Schalke 04, seguito anche dal Milan e meglio adattabile al calcio di Luis Enrique. Restando in Italia, Danilo dell'Udinese e Silvestre del Palermo sono soluzioni da non scartare. Il mercato partirà dalle conferme. Con il Real si sta trattando il prezzo di Gago e la Roma è in posizione di forza: il contratto dell'argentino scade tra un anno e i dirigenti contano di spendere non più di un milione e mezzo per il cartellino. Al Wolfsburg è stato chiesto il rinnovo gratuito del prestito di Kjaer. Risposta? Si può fare a patto che stavolta il riscatto diventi obbligatorio. Difficile chiudere l'affare a queste condizioni, il danese spera ancora di restare. Heinze lo deciderà in autonomia: ha ottenuto il rinnovo di contratto ma per questioni familiari potrebbe tornare subito in Argentina dove lo aspetta il River. Per Marquinho, sempre più convincente, bisogna versare quattro milioni e mezzo in due rate al Fluminense, mentre Borini rimarrà un altro anno grazie al rinnovo della comproprietà con il Parma. Mercato e tanto altro. Pannes, che sul suo profilo Twitter ha ironizzato sulla vicenda del falso dossieraggio («sto imparando la stretta di mano massonica»), si è occupato con gli altri dirigenti del nuovo stadio, della ricapitalizzazione (entro il 31 maggio verrà «chiamata» dal cda e servirà a chiudere il bilancio), di marketing e contratti vari, compreso quello del leasing di Trigoria. Disdetto il precedente, la Roma ne sta preparando uno nuovo con costi e condizioni più razionali..!

Roma in difesa: Piace Inigo Martinez..!


La Roma cerca rinforzi per la prossima stagione e ha messo gli occhi su Inigo Martinez, difensore centrale classe 1991 della Real Sociedad e della nazionale under 21 spagnola..!

Morte Morosini: la Serie A si ferma!


Stop a tutti i campionati di calcio nel fine settimana, dopo la tragica morte di Piermario Morosini. Lo ha deciso la Federcalcio. La sospensione delle competizioni, ha annunciato il direttore generale della Figc Antonello Valentini, è immediatamente in vigore a partire da Milan-Genoa prevista al Meazza alle 18.00..!

Dramma Livorno: Morosini muore a 25 anni per un attacco cardiaco..!


ore 17.01 Piermario Morosini, classe 1986, centrocampista del Livorno, ma di proprietà dell'Udinese, è morto all'ospedale Civile di Pescara. Il giocatore si era accasciato sul terreno di gioco durante la partita dei labronici contro gli abruzzesi. Per un paio di volte ha provato a rialzarsi, ma vanamente. Subito si è intuito quanto fosse grave la situazione. Arrivato in ospedale, si è saputa la causa del suo crollo a terra: un attacco di cuore. Gli è stato applicato un peacemaker ed è stato portato in coma farmacologico. Ma il giocatore non ce l'ha fatta.
ore 16.57 Secondo quanto appurato dalla redazione di Calciomercato.com, i soccorsi a Piermario Morosini avrebbero subito alcuni minuti di ritardo per colpa di un'auto parcheggiata di fronte all'ingresso dello stadio riservato alle ambulanze. Addirittura i carabinieri sarebbero dovuti intervenire spaccando i vetri della vettura per spostarla. Sky Sport 24 riferisce che il giocatore era cosciente quando ha lasciato lo stadio a bordo dell'ambulanza.
ore 16.25 Secondo quanto riportato da Sky Sport 24, il calciatore del Livorno Piermario Morosini, crollato a terra durante il match con il Pescara, avrebbe avuto un attacco cardiaco. Morosini ora sarebbe in coma farmacologico all'ospedale Civile di Pescara, dove gli sarebbe stato applicato un peacemaker.

ore 15.45 Dramma durante la partita tra Pescara e Livorno valida per il campionato di Serie Bwin. Piermario Morosini, centrocampista del club toscano, si è accasciato per un malore (un sospetto attacco cardiaco) nel corso del primo tempo.

Al giocatore del Livorno, che si è accasciato al suolo senza aver subito alcun colpo, è stato praticato prontamente un massaggio cardiaco manuale, nel tentativo di rianimarlo ma Morosini non ha risposto alle stimolazioni rimanendo incosciente. La situazione è parsa gravissima fin dai primi istanti: il giocatore è stato subito soccorso e trasferito in ambulanza nell'ospedale Civile di Pescara.
La partita, che i labronici stavano conducendo per 2-0 sulla squadra di Zeman è stata immediatamente sospesa. In campo si è subito percepita un'aria molto pesante per l'emozione i dirigenti del Livorno non sono riusciti a trattenere le lacrime. L'incontro è stato definitivamente sospeso al 31' minuto.
Nato a Bergamo il 5 luglio 1986, Morosini è cresciuto nelle file dell'Atalanta, per trasferirsi in comproprietà all'Udinese nel 2005, che nel 2009 ne riscatterà l’intero cartellino. Il centrocampista ha giocato poi in prestito al Bologna, Vicenza, Reggina, Padova, ancora Vicenza fino ad approdare al Livorno lo scorso gennaio. Il 26enne orobico ha anche indossato le maglie delle selezioni giovanili della Nazionale Under 17, Under 18, Under 19, Under 20 e Under 21: con quest'ultima aveva disputato 18 partite tra il 2006 e il 2009..!

venerdì 13 aprile 2012

De Rossi spinge Jovetic alla Roma..!


A febbraio la Roma ha rinnovato il contratto a Daniele De Rossi. L'operazione complessiva costa 50 milioni in cinque anni. Un investimento di tutto rispetto. Ebbene, il centrocampista sta ripagando la società non soltanto con delle ottime prestazioni nel suo ruolo, ma anche da difensore centrale. Lì dove Sabatini ha intenzione di investire gran parte del proprio budget. La partita contro l'Udinese ha dato continuità all'esperimento effettuato a Novara: nella prima uscita De Rossi ha logicamente fatto più fatica, ma ciò che rincuora dirigenza e allenatore è il salto di qualità espresso contro l'Udinese. De Rossi è sembrato essere molto più a suo agio, ha rispettato tutti i movimenti impartiti da Luis Enrique. Per questo motivo, non è da escludere una una riproposizione in quel ruolo da qui fino alla fine stagione.
Sabatini potrebbe dunque risparmiare i soldi per un secondo difesore ed investirne di più per un attaccante veloce, anche questo un rinforzo richiesto dal mister. Domenica all'Olimpico vedremo all'opera Jovetic. Un nome interessante, che ultimamente a Trigoria circola sempre di più. La Fiorentina ha già chiuso le porte ad ogni tipo di discorso, ma qualora la Roma riuscisse ad entrare in Champions la proprietà avrebbe meno problemi a garantire i 25 milioni richiesti dalla clausola rescissoria del montenegrino e lo stesso Jovetic magari farebbe meno fatica a pensare alla Roma come un club di primissima fascia. Un'alternativa sempre valida rimane Muriel, colombiano di proprietà dell'Udinese. Il suo cartellino vale già 15 milioni. Interessati due colossi come Milan ed Inter, ma Sabatini è già riuscito ad avere la meglio sulle due milanesi l'anno scorso con Lamela...!!

La Roma chiede sconti: Per Gago e Marquinho..!


Walter Sabatini conoscerà con esattezza il budget del mercato soltanto a partire dal 1° giugno, dopo il termine della stagione e l'aumento di capitale. In quel mese la dirigenza tratterà con Fluminense e Real Madrid per le questioni riguardanti Marquinho e Gago. Per quanto riguarda l'argentino non esiste una cifra di riscatto ma un accordo sulla parola per 6 milioni. Il riscatto di Marquinho invece è stato valutato 4,5 milioni.
Si punterà per entrambi ad uno sconto, cercando di non andare oltre ad una spesa complessiva di 8 milioni di euro. Infine per Kjaer si confida nel rinnovo del prestito con il Wolfsburg..!

Roma, Trigoria: Si lavora sulle fasce..!


Lavoro tattico per i giallorossi nel penultimo allenamento in vista della partita di domenica sera contro la Fiorentina. Luis Enrique teme molto la squadra di Delio Rossi e oggi a Trigoria ha esercitato in continuazione i suoi ragazzi nell'esecuzione di schemi atti a sfruttare al meglio il gioco sulle fasce.
Josè Angel dopo la buona prestazione contro l'Udinese sembra andare verso la conferma. A destra ballottaggio Rosi-Taddei. La Fiorentina si schiererà con tre mediani più il trequartista, e l'asturiano teme che la manovra dei suoi possa ingolfarsi in inutili percussioni centrali..!

Roma in Champions? Servono 15 punti..!


Un abbraccio sotto la Sud. A suggellare i loro gol, l'amore dei tifosi, la vittoria dopo la contestazione. Totti ed Osvaldo, mai così uniti come contro l'Udinese. Non avevano mai segnato all'interno della stessa partita. Il capitano addirittura non realizzava un gol dal 21 gennaio contro il Cesena, mentre per trovare una rete sotto la sua curva bisogna tornare indietro addirittura al 22 novembre 2009, giorno della tripletta al Bari. Una corsa a evocare antichi ricordi, per un giocatore infinito, che ha trovato in Osvaldo il partner ideale. Undici gol a 11 squadre diverse in 21 partite, un centro ogni due presenze. Otto gol proprio al fianco di Totti. I due, complici contrattempi muscolari, hanno giocato insieme soltanto 12 volte dal 1' e in quelle occasioni la Roma ha raccolto 24 punti, due a partita. Più o meno la media tenuta da Milan e Juventus.
Se avessero sempre giocato insieme, il terzo posto sarebbe assicurato, anche perché da quando il campionato è a 20 squadre la quota per il gradino più basso del podio non è mai stata così bassa. La Lazio attualmente terza, viaggiando a questa media, chiuderebbe a 64 punti, punteggio superiore soltanto a quello realizzato da se stessa nella stagione 2006/07 (62, ma partendo da -3, e in quella stessa stagione la Fiorentina avrebbe realizzato 73 punti, se non avesse dovuto colmare il gap di -15). Nonostante il livellamento verso il basso, per la Roma sarà duro conquistare la terza piazza: tenendo fede al calcolo precedente, i giallorossi, da qui in avanti, potrebbero permettersi una solo ko (contro la Juve?), per poi essere condannati a vincere le rimanenti partite con Fiorentina, Napoli, Chievo, Catania e Cesena..!

L'erede di Totti: Per Jovetic arriva un no..!


Eredità pesante quella di Francesco Totti. Lui segna e sogna in grande (un gol nel nuovo stadio e in campo fino a 40 anni), ma in casa Roma è già caccia al suo successore.
Nella prima metà di marzo, la società giallorossa ha fatto un sondaggio per Stevan Jovetic, 22enne talento della Fiorentina. La risposta, per ora, è stata secca: niente da fare..!

giovedì 12 aprile 2012

Cagliari, ag. Canini: 'Roma? Per ora non parlo'..!


Con una evidente emergenza difensiva, la Roma e Sabatini, si apprestano a correre ai ripari in previsione del mercato estivo. Il reparto del quale si parla da mesi, è la difesa, viste anche le voci su una probabile partenza di Juan, a questo proposito la redazione di Gazzetta giallorossa.it, ha contattato Renzo Contratto, agente di Destro e del difensore del Cagliari Michele Canini, di cui si era parlato come possibile sostituto del brasiliano. Ecco le sue parole:
Canini è davvero ad un passo dalla Roma?
“Per ora non posso dire nulla, ma tra la Roma e il Cagliari non c’è nessuna trattativa per Michele. I due club per il momento sono molto concentrati sul finale della stagione sportiva per centrare i propri obiettivi stagionali. Tutte le voci che sono trapelate in questi giorni su un possibile approdo di Canini in giallorosso, lasciano il tempo che trovano”.
Destro?
“Per Mattia è lo stesso discorso. Quindi per ora non ci sono trattative in corso neanche per lui”..!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Guadagna da casa tua

beruby.com - Guadagna acquistando online