venerdì 28 febbraio 2014

Roma..Ufficiale..blindato Sabatini.!

La Roma ha reso noto sul proprio sito ufficiale il rinnovo del contratto per il direttore sportivo Walter Sabatini: la scadenza, prevista per il prossimo giugno, è stata protratta sino al 2017. IL COMUNICATO - "L'AS Roma SpA rende noto di aver prolungato il contratto federale del SIG. WALTER SABATINI, quale Direttore Sportivo della Società, la cui naturale scadenza era prevista per il 30 giugno 2014. Il nuovo accordo ha durata triennale, con scadenza fissata al 30 giugno 2017". “Sono estremamente felice che Walter Sabatini e il suo staff siano parte integrante del nostro successo di oggi e che continuino ad esserlo per il futuro”, ha dichiarato il Presidente dell’AS Roma, James Pallotta. NIENTE INTER - Si spengono così definitivamente le voci che avrebbero visto Sabatini come prossimo ds dell'Inter di Thohir. L'umbro era stato accostato anche al Milan nel corso dello scorso mercato di riparazione, in vista del prossimo anno. Nulla da fare: Sabatini resta alla Roma e il matrimonio durerà ancora molto.!

Roma..minaccia spagnola per un attaccante.!

Secondo quanto riferisce Alfredo Pedullà, oltre alla Roma anche il Barcellona è piuttosto interessato all'attaccante esterno del Verona Juan Iturbe, in prestito fino a giugno dal Porto e riscattabile per 15 milioni di euro.!

Bastos..La Roma..una chance che non potevo farmi sfuggire.!

Ieri sera Roma Channel ha mandato in onda un'intervista esclusiva con il nuovo laterale giallorosso Michel Bastos. 'Col gruppo mi trovo bene, sono felice di essere arrivato in una grande squadra - ha affermato il brasiliano -. A causa di un piccolo problema fisico ho dovuto aspettare un po' per giocare, ma adesso ho recuperato bene. Il problema al braccio è superato, quello che mi manca è solo il ritmo partita, perché non giocavo da due mesi. Sono in attesa di una possibilità. Era da tanto che non vedevo uno spogliatoio compatto e unito come quello della Roma; certo, anche i risultati contribuiscono al clima, ma nel calcio conta tanto l'unione tra chi sta in campo. Poi capita che fuori due o tre persone non vadano d'accordo, ma non è il caso della Roma. E' importante anche il ruolo di collante dello staff tecnico. Vogliamo finire la stagione al meglio e arrivare più in alto possibile. L'obiettivo primario è qualificarci alla prossima Champions League, anche se tutte le opzioni restano aperte e nessun obiettivo ci è precluso. Dobbiamo pensare a noi stessi, a fare il nostro calcio e a vincere il maggior numero di partite, perché abbiamo le qualità e le ambizioni per battere qualsiasi avversario'. 'L'esperienza negli Emirati Arabi? Quando vai a giocare in un Paese come quello a spingerti sono motivazioni di carattere economico, ma poi mi sono accorto che avevo trent'anni, che stavo bene e che potevo dare ancora tanto - ha spiegato Bastos -. Volevo tornare in un campionato competitivo, per quello sono stato lì soltanto quattro mesi. Quando ero in Francia seguivo sempre il campionato italiano e la Roma è una di quelle possibilità che non bisogna lasciarsi sfuggire. I derby mi sono particolarmente congeniali, a Lille ho spesso fatto gol: sono contento di aver esordito con la Roma proprio in una partita così speciale, anche se ho giocato poco e non ho potuto fare la differenza. Pjanic? Con lui già a Lione eravamo amici, quando ho saputo che sarei venuto qui l'ho subito sentito. Venire qui e trovare un giocatore totalmente diverso è un motivo di grande soddisfazione, perché avevo intravisto in lui grandissime qualità e oggi dimostra di essere una pedina indispensabile per questa squadra. Ritrovarlo così migliorato è stato davvero bello. L'Inter? E' una squadra che ha attraversato qualche difficoltà nella fase centrale del campionato, ma adesso sono arrivati nuovi giocatori che sicuramente l'hanno migliorata. Non è mai facile affrontare squadre di questo calibro, anche se giochiamo in casa: non è il massimo scendere in campo senza curve. La mia vita fuori dal campo? Sto con la famiglia, ho un bambino e una bambina: con loro riesco a passare poco tempo. Mi piace la musica e a volte mi diverto a fare il deejay'.!

Roma..un recupero lampo per l'Inter.!

La Roma recupera Alessandro Florenzi per la partita di domani sera contro l'Inter. Si tratta di un rientro lampo per il centrocampista giallorosso, che ad inizio settimana veniva dato come sicuro indisponibile e addirittura in dubbio per la partita di domenica prossima al San Paolo contro il Napoli. Florenzi ha presto parte questa mattina alla rifinitura e disputato la partitella finale. In compenso alla Roma mancheranno Totti, Maicon e Dodò e Balzaretti.!

mercoledì 26 febbraio 2014

Calciomercato..La Roma e' in vantaggio su Valbuena.!

"Faremo del nostro meglio per prendere Valbuena, ma anche la Roma è interessata e potrebbe essere favorita". Così una fonte interna al Liverpool ha rivelato a 'footballdirectnews' il duello con i giallorossi per il trequartista del Marsiglia: "Sembra che lui voglia giocare per Rudi Garcia e se la Roma cede Pjanic libera un posto per prenderlo".!

Mercato Roma..Astori rinforzo Champions.!

La Roma si rituffa su Davide Astori. Sabatini non perde di vista il difensore del Cagliari e, come riporta 'Sky Sport', nelle ultime ore avrebbe incontrato il dirimpettaio dei sardi Salerno per parlare del futuro del calciatore. Astori sarebbe visto come un potenziale rinforzo per lo scacchiere di Garcia per la prossima stagione in chiave Champions.!

Calciomercato Roma..dall'Inghilterra..il Manchester United insiste per Benatia.!

Mehdi Benatia è l'obiettivo numero uno del Manchester United per la sessione di calciomercato estiva. Lo scrive oggi il 'Daily Express', confermando la nostra anticipazione esclusiva del dicembre scorso. Il difensore giallorosso è stato individuato da Moyes come l'erede naturale di Nemanja Vidic, ormai promesso 'sposo' dell'Inter.!

Roma..la Curva Sud sarà underground.!

A fine marzo sarà presentato il progetto del nuovo stadio della Roma. Una delle novità più interessanti è la presenza di una 'standing area', ovvero un settore popolare nel quale si potrà vivere la partita in piedi. Sarà la nuova casa della Roma: non ci sarà più Trigoria, l'area antistante lo stadio ospiterà l'albergo della squadra, il museo, i campi, il centro sportivo e un grande centro della Nike. L'emittente Retesport rivela, inoltre, come si potrà raggiungere l'impianto in treno, grazie ad una fermata dedicata e denominata 'Curva Sud'. Nei pressi, infine, verrà installato un maxischermo dove i tifosi possono vedere le partite della Roma fuori casa.!

Astori alla Roma a giugno..ecco la verità.!

Negli ultimi giorni sono rimbalzate delle voci di un presunto accordo di base raggiunto tra Roma e Cagliari riguardo il passaggio di Davide Astori alla corte di Rudi Garcia. Queste indiscrezioni sono state rilanciate oggi da Panorama. Il settimanale racconta come lunedì scorso i due direttori sportivi, Sabatini e Salerno, protagonisti a gennaio dell'affare Nainggolan, si sarebbero incontrati al Visconti Palace di Milano e gettato le basi per l'accordo: dieci milioni di euro per il cartellino. Tuttavia, secondo fonti molto vicine al giocatore contattate da Calciomercato.com, non ci sarebbe nulla di vero riguardo le attuali probabilità di un futuro di Astori alla Roma. Chiaramente il club giallorosso è molto stimato, ma un contatto diretto tra il club di Trigoria e l'entourage del difensore cagliaritano non ci sarebbe ancora stato. Le porte sono aperte, ma la trattativa è ancora lontana dal divenire concreta.!

L'ex Candela..La Roma del 2001 era più forte di questa.!

L'ex difensore giallorosso Vincent Candela, interpellato da Rete Sport, non ha dubbi: 'Secondo me la mia Roma, quella dello scudetto 2000/2001, era più forte di questa. C'erano un Batistuta impressionante, un Totti con 12 anni in meno, anche se ancora oggi è il giocatore più intelligente del campionato italiano, e poi elementi come Cafu, Aldair, Tommasi, oltre a una panchina importante. Il nostro gruppo era unito perché venivamo dal primo anno di Capello, quindi già ci conoscevamo. Non cambierei nessuno di quella squadra con quella attuale, anche se quest'anno ci sono campioni come De Rossi, Pjanic e Benatia, che stanno facendo cose fantastiche'.!

Roma..Rudi Garcia verso il rinnovo..ecco la proposta.!

Le grandi del calcio europeo mettono gli occhi su Rudi Garcia, e la Roma non sta certo a guardare: il presidente giallorosso James Pallotta vorrebbe 'blindare' il proprio tecnico ritoccando anche il suo ingaggio, affermano i colleghi del quotidiano Leggo. Il francese, che ora guadagna 1,2 milioni all'anno (meno di Conte, Mazzarri, Benitez e Montella), potrebbe arrivare a percepirne 2, con un vincolo fino al 2017. Tanto dovrebbe bastare per lasciare Monaco e Valencia, tra le altre, a bocca asciutta.!

Romamania..senza tifosi..pieni di sé.!

I settori dello stadio chiusi per i cori discriminatori, le speranze di primato affievolite dai presunti favori arbitrali tesi a favorire la Juventus. Le proteste. Alle radio, allo stadio, in piazza. La più bella cavalcata della Roma da quattro anni a questa parte è vissuta male dagli stessi tifosi. Per colpa di pochi e a causa di una norma poco comprensibile sono impossibilitati ad essere vicini alla propria squadra e inoltre si sentono vessati dalla concorrenza. Da una Juventus che pur in difficoltà in qualche modo riesce sempre ad ottenere il massimo risultato. Tutto questo oscura la faticosa vittoria giallorossa di Bologna grazie al primo gol di Nainggolan. Sbiadisce la bellezza di un gruppo che pur con molte defezioni rimane unito. Fa passare in secondo piano l'orgoglio di essere rappresentati da dei giocatori che pur vittoriosi fanno quadrato al fischio finale per stimolarsi a far meglio la volta successiva. Ma la Roma ogni settimana riparte e lo spogliatoio crede ancora nello scudetto. Dentro le mura di Trigoria non traspare scoramento, ma la grinta e la volontà di continuare a raggiungere vette impensabili fino all'estate scorsa. La squadra non bada alla Juventus, ma è concentrata a tessere il proprio percorso per finire la stagione 'a testa alta' come promesso ai tifosi ad agosto. Sabato sera all'Olimpico ci sarà l'Inter. E seppur in uno stadio di seggiolini vuoti, non si sentirà sola. La pienezza d'animo le darà la forza.!

Roma..talismano Nainggolan..sognando il Brasile.!

Nainggolan non ha mai battuto l'Inter e nell’Olimpico semideserto, dove 'sarà difficile giocare con così poco pubblico', dovrà essere la volta giusta, se la Roma vorrà continuare ad alimentare il sogno scudetto. 'Finché la matematica dice che c’è una possibilità, io continuo a crederci'. Come riporta La Gazzetta dello Sport, sarà per questo, forse, che nella rosa di Garcia è quello che tira di più in porta. Quaranta conclusioni totali in 22 gare (considerando anche il Cagliari), tre reti di cui l’ultima, la prima in giallorosso, a Bologna. Nainggolan la racconta così: 'Ho guardato Pjanic e ho aspettato la palla, con le sue qualità sapevo come me l’avrebbe data'. Un gol decisivo, che ha portato a 8 su 8 le vittorie di Radja da romanista: in campionato ne ha vinte 5 (nel derby infatti non c’era), in Coppa Italia tre (nel k.o. del San Paolo era squalificato). Un talismano quindi, da tenere in considerazione anche con l’Inter: 'Dovremo giocare da Roma perché siamo una squadra forte. Sono loro che dovranno preoccuparsi e adeguarsi a noi'. Il sogno - La partita avrà un osservatore speciale, il c.t. del Belgio, Wilmots, che in patria danno prossimo a una convocazione del romanista.!

martedì 25 febbraio 2014

Roma..Calhanoglu per il dopo Pjanic.!

Da sempre club molto bravo a produrre talenti in casa propria o a pescare dai migliori vivai europei, l'Amburgo ha fatto centro anche questa volta. Dopo 22 giornate di campionato, il centrocampista classe 1994 Hakan Calhanoglu è a tutti gli effetti una realtà della Bundesliga e del calcio europeo. 6 gol e 3 assist alla sua prima stagione nella Serie A tedesca rappresentano un bottino di tutto rispetto per questo trequartista, nato in Germania da genitori turchi e che ha scelto di rappresentare proprio la nazionale della mezzaluna, che rappresenta uno dei pochi raggi di sole di una delle stagioni più complicate della storia recente del club. LA ROMA PENSA AL DOPO PJANIC - Pagato 2,5 milioni di euro al Karlsruher all'età di 18 anni, ne vale già almeno 10 dopo aver recentemente rinnovato con la società anseatica fino a giugno 2018 per respingere il doppio assalto di Arsenal e Galatasaray. Grande visione di gioco, capacità di inserimento e una conclusione dalla distanza (anche su tiro piazzato) sono le qualità che sono emerse in maniera più evidente, come dimostra anche la prodezza da 40 metri con cui ha affondato il Borussia Dortmund sabato scorso. Schierato preferibilmente come trequartista, può agire tranquillamente anche come playmaker davanti alla difesa. La Roma è la società italiana che finora si è mostrata più interessata alle qualità del ragazzo di Manheim, che rappresenterebbe l'ideale sostituto di Miralem Pjanic, qualora da Parigi o dalla Premier tornassero a bussare alla porta di Sabatini.!

Roma..in prova un giovane attaccante serbo.!

L'attaccante serbo Manuel David Milinković, classe 1994, effettuerà un periodo di prova con la Roma: lo rivela il sito Vocegiallorossa.it. Il giocatore, cresciuto in Francia nelle giovanili del Cannes e reduce dalle esperienze con Stella Rossa e FK Bask, quest'oggi ha giocato con la Primavera di Alberto De Rossi nell'amichevole contro la Nazionale italiana Under 21.!

Roma..parla Romagnoli..il suo modello è un ex laziale.!

Il difensore della Roma Alessio Romagnoli poco fa ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport. 'Il mio modello è sempre stato Nesta, ma il difensore attualmente più forte penso sia Thiago Silva - le sue parole -. Le mie caratteristiche? Sono solare e permaloso: il mio obiettivo è diventare un professionista ad alti livelli. Perché il numero 46? Sono un fan di Valentino Rossi.!

Roma..Benatia e Pjanic non si toccano.!

Benatia, Pjanic e Strootman. La splendida stagione della Roma e il rendimento di questi tre 'big' sono osservati con attenzione dai migliori club europei. Per questo motivo il club giallorosso sta cercando di blindarli almeno per la prossima stagione, quando con tutta probabilità ci sarà da affrontare l'impegno della Champions League. Il difensore marocchino è seguito dai due club di Manchester, dal Bayern Monaco e dal Psg, però molto probabilmente verrà adeguato economicamente il suo contratto con reciproca soddisfazione. ll centrocampista bosniaco, invece, 'nicchia' sulla firma del rinnovo fino al 2018. E' seguito dal Psg e dal Barcellona. La situazione potrà essere sbloccata nelle prossime settimane quando la Roma avrà la certezza del secondo posto. Almeno. Su Strootman c'è l'interesse dello United. Anche l'olandese dovrebbe rimanere un'altra stagione per poi discutere dell'eventuale rinnovo nel 2015.!

lunedì 24 febbraio 2014

E' tutta una farsa..Farei qualcosa se fossi un dirigente della Roma.!

SENTI CHI PARLA... ALLE RADIO - La rubrica di Romanews.eu "Senti chi parla... alle radio" è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell'etere romano raccolti dalla nostra Redazione. Aldo Agroppi a Radio Manà Manà Sport: "Le dichiarazioni ruffianesche pro-Juve di Ventura e Cairo mortificano la storia del Torino. Non si possono più sopportare questi strazi arbitrali che vanno avanti. Io ho un sogno: quello di vedere degli arbitri imparziali, che vanno in campo sereni e senza guardare le maglie che indossano i giocatori. Vengono tutelate sempre le squadre potenti. Se Rizzoli avesse concesso il rigore, non avrebbe regalato nulla al Torino. Non è possibile andare avanti così! Ci sono sempre due-tre partite irregolari a giornata, non sanno arbitrare. Nicchi, perché non vai via?". Luigi Salomone a Radio Manà Manà Sport: "Sono per la moviola in campo, mi dispiace per l’episodio di ieri. Rizzoli? Bisognerebbe chiedergli anche perché se viene mandato a quel paese Totti o Pirlo non espelle il giocatore, se succede invece con un calciatore del Chievo o del Sassuolo, questo viene mandato sotto la doccia”. Maurizio Biscardi a Radio Manà Manà Sport: "Rizzoli ha fatto quello che fa sempre, cioè prendere decisioni sbagliate. Nessuno fa nulla per evitare questi errori continui. Vogliamo parlare del favore al Milan? Sono pronto a scommettere che a fine anno i rossoneri arriveranno in Champions League. Gli arbitri che sbagliano in favore di queste squadre non vengono nemmeno puniti...”. Giorgio Marino a Radio Manà Manà Sport: “Il mio commento a Juve-Torino? Ormai abbiamo fatto il callo a queste situazioni. Alla rabbia e all’indignazione, subentra la rassegnazione. Braschi difende Rizzoli e dice 'non poteva vederlo'. E allora mi chiedo: a cosa serve l’arbitro di linea?". Vincent Candela a Rete Sport: "Quando giocavo con la Roma non mi rendevo conto del potere della Juventus; quando invece giocavo con l'Udinese è capitato di incazzarmi con l'arbitro per cose strane che vedevo in campo". Fabio Maccheroni a Radio Manà Manà Sport (2): "E' tutta una farsa. Ora la Roma deve continuare a fare il suo campionato e pensare a quello che è accaduto a Torino. Se fossi un dirigente della Roma farei qualche passo in avanti verso chi gestisce le questioni arbitrale". Gianluca Piacentini a Radio Manà Manà Sport: "Calato il sipario. Dopo quello che è accaduto ieri di che cosa continuiamo a parlare? Se ho imparato a conoscere un po' l'allenatore della Roma Rudi Garcia, credo che domani quando parlerà alla squadra avrà il fuoco negli occhi: spero riesca a trasmettere ai giocatori questa voglia di essere più forte di tutto e di tutti. Questa poi è una squadra che ha grande personalità, quindi più che abbattersi per quello che succedendo credo ne potrebbe tirare fuori la forza di reagire". Michele Giammarioli a Radio Manà Manà Sport (2): "Ora basta. Oggi provo un sentimento di schifo per quello che è accaduto. Come farà domani Garcia a spiegare ai suoi giocatori che non deve cambiare nulla per loro?". Guglielmo Timpano a Radio Manà Manà Sport: "Quanta impotenza davanti ai fatti come quelli accaduti ieri a Torino. Ieri Vidal doveva essere espulso già nel primo tempo. La Juventus ha rubato sia nel derby dell'andata che in quello di ritorno. Sudditanza psicologica non solo di Rizzoli e della classe arbitrale, ma, anche e soprattutto, quella della classe giornalistica italiana che ride compiaciuta alle battute di Antonio Conte. Il mister bianconero non ha avuto le palle di dire che il rigore era netto su El Kaddouri". Checco Oddo Casano a Radio Manà Manà Sport: "Ieri mi sono avventato contro la tv vedendo l'ennesimo furto della Juventus. Sono schifato da quello che ho visto e sentito nelle ultime. Onore a Morgan De Sanctis che ha parlato del sistema calcio senza paura. E' un teatrino di marionette che ridono davanti a tutti l'Italia. Quando hanno designato Rizzoli già avevamo capito tutto: abbiamo subito capito come sarebbero andate le cose. Si devono vergognare". Ilario Di Giovambattista a Radio Radio: "Se accertiamo che c’è la sudditanza psicologica quello degli errori arbitrali è un problema irrisolvibile". Alessandro Vocalelli a Radio Radio: "Quello che è successo a Torino è scandaloso. Falsa la classifica soprattutto del Toro ma anche delle altre. La differenza tra Juve e Roma è anche per colpa degli errori arbitrali". Franco Melli a Radio Radio (2): "Quelli di oggi sono peggio degli arbitri di Calciopoli. Rizzoli dovrebbe essere punito con sei mesi di sosta forzata e non mandarlo ai Mondiali. E’ una situazione insostenibile. Qui ci sono in ballo interessi di tantissimi milioni. Rizzoli ne ha combinate parecchie di stupidaggini nella sua carriera". Iacopo Savelli a Rete Sport: "Tevez è un fuoriclasse, ma ieri la Juve non ha funzionato. Il rigore è netto, però è un episodio che ti inganna per la caduta del centrocampista granata. L’errore clamoroso è la non-espulsione di Vidal, ed è un errore grave di Rizzoli, un arbitro che non ha la personalità di lasciare la Juve in 10 in casa, allora non è un grande arbitro. Quell’episodio avrebbe cambiato la partita". Max Leggeri a Radio Manà Manà Sport (2): "Ora basta, ci siamo rotti di subire, di essere trattati male sia come uomini che come tifoseria. Ora le parole non servono più: non dobbiamo stare fermi con le mani in mano davanti a un pc. Le parole possono graffiare ma non detronizzano nessuno. E' ora che i tifosi romanisti scendano in piazza per farsi sentire e puntare l'indice contro chi sta infangando l'andamento di questo campionato. Schieriamoci e facciamo un ulteriore passo avanti per il bene della nostra Roma e del calcio corretto". Enrico Maida a Rete Sport: "A me in diretta non sembrava rigore. L'ho dovuto rivedere tre volte per capire. Ci sono state situazioni più chiare e pesanti che mi hanno scandalizzato. Tutto ciò non deve diventare un alibi per la Roma, che secondo me può farcela contro tutto e tutti". Daniele Lo Monaco a Rete Sport: "Anche Rizzoli, che ritenevo il miglior arbitro in Italia, è genuflesso al potere della Juventus. Da Trigoria trapela che la Roma a riguardo starà zitta. La Roma sbaglia a non farsi sentire. La Juventus sta avanti perché l’hanno fatta vincere; col Chievo all’andata e col Torino all’andata e al ritorno. E’ avanti per i favori arbitrali. Il campionato è andato a farsi benedire ormai. Ieri era una grande occasione, ed è difficile che ce ne possano essere altre. Cosa può succedere di peggio? Tanto non c’è modo di avvicinare la Juve. E leggo che Rizzoli sarà assolto dai suoi capi. Chi può dirla questa stupidaggine? Era tutto chiaro anche dalla prospettiva di Rizzoli. Se questo è il nostro miglior arbitro... Poi perché Braschi deve dire che non si poteva capire? Perché, nel dubbio, non si sbaglia mai in favore dell’avversaria della Juve? Dove stanno gli errori clamorosi a danno della Juve? Invece parlano ancora del rigore di Gervinho contro l’Inter!”. Patrick Vom Bruck a Rete Sport: "Quello che è successo in questo week-end è inaccettabile. Rizzoli non poteva non vedere. Il campionato stratosferico della Roma no basta mai". Mimmo Ferretti a Tele Radio Stereo: "Si rischia il crollo psicologico. Sarà una settimana pesantissima. Alla luce di quello che è accaduto ieri: quando perderà punti la Juve? Ha già vinto il campionato. Non lo può perdere. La società deve tutelare giocatori, allenatore e tifosi. Roma-Inter sarà una partita complicatissima". Paolo Franci a Rete Sport: "La Roma ha sempre avuto problemi a vincere contro le piccole che lottano per non retrocedere, stavolta ha vinto sporcandosi e ha ottenuto tre punti importanti quando poteva essere la partita dei rimpianti. De Rossi migliore in campo, insieme a Radja. Juve? Se la cosa è casuale, è mai possibile che contro la Juve non ci sia mai stato un errore? Non è la Juventus il problema, lo è il Sistema. C’è il problema della pressione dei potenti". Ubaldo Righetti a Tele Radio Stereo: "Negano davanti all’evidenza, e non ci sto più. Basta. Non giochi mai ad armi pari con la Juventus: giochiamocela sulla bravura degli allenatori, sulle abilità dei singoli, sul sistema di gioco. Era così pure quando giocavo io…". Ugo Trani a Rete Sport: "Una federazione seria oggi ferma Rizzoli e gli nega il Mondiale. Fine, non è cattiveria. Se fossi Baldissoni, domani all’Alta Corte del Coni, non mi presenterei. Inutile prendersela con Sky e con le televisioni: non è giornalismo, è televisione. Fa parte del sistema. E’ stato bello per come si sono date le colpe i giocatori della Roma a fine partita, perché con quelle disattenzioni si perdono i campionati". Massimiliano Magni a Rete Sport: "La società dovrà decidere se reagire o meno, però non si tratta solo dell’arbitraggio di Rizzoli, ma anche della situazione in generale, a partire dalla comunicazione. Non conviene a nessuno, nemmeno alle televisioni questo atteggiamento." Alessandro Doria a Centro Suono Sport: "Siamo un paese perso, sconfitto. Continuiamo a vedere questo calcio messo in mano ai potenti che t’hanno fatto capire che non c’è trippa per gatti. Questo è il calcio, così come nella politica, o la vita quotidiano che viviamo tutti i giorni. Ce l’hanno fatto capire chiaramente che questo scudetto è della Juve". Mario Corsi a Centro Suono Sport: "Il problema è uno: la Roma è gemellata con la Juventus e i suoi dirigenti. Come dimenticare il pullman della Juve a Trigoria? Un’onta. La Roma la stanno derubando in modo non più occulto. Siamo tornati all’era Moggi, quella sfacciata, che ti nega i rigori palesi. Baldissoni stia attento, perché i giocatori poi si stufano di questa situazione e preferiscono andarsene a giocare altrove. Se gli arbitri dovessero aiutare la Juventus anche a Milano, il campionato sarebbe finito". David Rossi a Tele Radio Stereo: "A me la Roma sabato non è piaciuta, perché il Bologna è una squadra davvero scarsa. Ho visto una Roma stanca, e ho visto un po' di superficialità in attacco. Gervinho deve cominciare a fare il bravo, cinque dribbling di seguito uno contro cinque sono un po’ troppi. A noi non interessa che faccia bella figura, ma che faccia vincere la Roma. Poi però bisogna parlare quello che è successo ieri, ma soprattutto degli ultimi cento anni. Sono stanco. Siamo di fronte all’ennesimo furto, siamo di fronte a dei ladri professionisti. In un modo o nell’altro la Juventus deve vincere. Vidal in qualsiasi altra squadra non avrebbe finito il primo tempo. Questa è l’ennesima presa per il culo, e Conte si mette pure a ridere... Ah Conte, ma che cavolo te ridi? Che ridi? Siete dei ladri, c’aveva ragione Sensi a dirvi che siete un’associazione per delinquere. Questi ladri quando vanno in Europa vengono sgamati, si fanno umiliare dal Galatasaray e dal Copenaghen, sti buffoni". Riccardo 'Galopeira' Angelini a Tele Radio Stereo: "Sulla partita della Roma, penso che non sia stato un problema di stanchezza. Il problema è che ci si piace un po' troppo, qualche giocatore si sta piacendo un po' troppo. Gervinho c’ha preso giustamente gusto a risolvere le gare da solo. Qualche giocatore in quell’'ultima azione sbagliata per troppa leggerezza si è fatto girare veramente il chiccherone. Fino a che ci stanno, lo scudetto è roba loro. I tifosi della Juve mi fanno ancora più schifo. Laddove c’è la passione, io rispetto. Invece ostentate, perché siete impuniti, e siete stati abituati sempre a vincere e non vi interessa come. Mi fate ancora più schifo". Roberto Renga a Radio Radio: "Il rigore su El Kaddouri? Se dobbiamo parlare di calcio, dobbiamo dire che la Juventus ha strameritato di vincere contro il Torino. La Roma non ha l’Europa League, eppure a Bologna è sembrata stanca". Furio Focolari a Radio Radio: "La Juve ha meritato di vincere, ma l’episodio del rigore c’è, il rigore c’era. La Juventus è sembrata stanca, ma anche la Roma non ha incantato a Bologna". Franco Melli a Radio Radio: "Vidal ieri ha fatto quello che gli pareva. A quanto pare lo Juventus Stadium è una sorta di sacrario dove i bianconeri possono permettersi qualunque cosa. Il rigore per il Torino c’era, quello è un episodio a dieci minuti dalla fine, quando il risultato è sull'uno a zero. Sono episodi che penalizzano nettamente quelli che stanno dietro. Se andiamo a analizzare tutti gli episodi dall’inizio del campionato, la Roma non meriterebbe di stare così indietro". Luca Valdisserri a Rete Sport: "Il rigore non fischiato è il meno grave degli errori, perché l’arbitro sta in una posizione sfavorevole e la caduta di El Kaddouri è un po' strana. E’ un rigore gravissimo che ci può stare. Quello che mi fa orrore è la gestione del cartellini di Rizzoli. Poi c’è da parlare degli striscioni indegni allo stadio. Dal punto di vista calcistico, c’è questo distacco che non si riduce mai. Se quando la Juve ha un problema di riffa o di raffa c’è l’aiutino... La Roma però non deve lasciarsi andare alla rabbia. La cosa che ha più dato fastidio alla Roma è la faccia da agnello sacrificale di Ventura. Se fossi un dirigente giallorosso, non farei mai più un affare con il Torino. Ieri Cerci non pervenuto, fra l’altro". Augusto Ciardi a Tele Radio Stereo: "Nulla di nuovo. La Roma è pulita, nonostante si vince rischiando grosso. Ma i fatti sistematicamente si ripetono, per la Juve. Diventa difficile riuscire a dire qualcosa di diverso. Non si può interpretare nulla, sono fatti. La Juve non è in un gran momento di forma. Gli errori degli arbitri stanno condizionando il campionato e hanno stravolto la classifica". Tiziano Carmellini a Radio Manà Manà: "Ieri è stato imbarazzante, episodi tutti molto chiari. Mi sembra che gli arbitri fischiano sempre in una direzione, facciamo fatica a trovare episodi contro la Juventus. La squadra di Conte è in calo evidente, ha l’Europa League e in campionato ha mostrato segnali negativi". Fabio Maccheroni a Radio Manà Manà: "Sono ancora convinto che la Juventus sia più forte della Roma, ma ieri abbiamo assistito a qualcosa di assurdo. Non mi è piaciuto l’atteggiamento della conduttrice di SKY, che ha dichiarato vittoria meritata". Michele Giammarioli a Radio Manà Manà Sport: "E' una vergogna: la Juventus è arrivata alla frutta, ma vincerà questo ennesimo scudetto grazie alla compiacenza degli arbitri. Rizzoli, che ci rappresenterà ai Mondiali, non ha estratto per ben due volte il cartellino a Vidal, situazione peggiore del rigore non dato. Voglio vedere se sarà squalificato lo stadio della Juventus dopo i due striscioni sui morti di Superga". Max Leggeri a Radio Manà Manà Sport: "Questo campionato è una messa in scena, mi dispiace molto perché non vorrei si spegnesse tutto l’entusiasmo da parte di questa Roma. Il popolo romanista è indignato. Ieri è emersa un’immagine negativa sotto tutti i punti di vista, anche la Juventus ha mostrato dei grandi segnali di affannamento. Facciamo un ultimo sforzo e aspettiamo con ansia Milan-Juventus, sono convinto che la squadra bianconera cadrà. La Juventus non ha perso punti per palesi favori arbitrali. Invito tutti i tifosi giallorossi a disdire Sky perchè sono vergognosi, finchè ci sarà John Elkann nel Cda della holding che controlla Sky non ci sarà obiettività".!

Roma..in bilico il rinnovo di un centrocampista.!

Secondo quanto riferisce Repubblica, ci sono divergenze tra la Roma e il centrocampista Miralem Pjanic sul tema del rinnovo del contratto in scadenza a giugno 2015. Troppa la differenza, secondo il bosniaco, tra la parte fissa e quella legata ai bonus del nuovo ingaggio che andrebbe a percepire.!

Roma..bollettino medico..ecco le condizioni di Totti e Florenzi.!

La Roma rende note le condizioni fisiche di Francesco Totti e Alessandro Florenzi, attraverso il suo sito ufficiale. L'attaccante 'è stato sottoposto in giornata ad accertamenti diagnostici che hanno evidenziato un'ulteriore riduzione degli esiti del trauma contusivo subito', dunque 'nei prossimi giorni inizierà il programma di recupero con esercizi sul campo'. Per quanto riguarda invece il centrocampista, gli esami a cui si è sottoposto hanno confermato il trauma distorsivo alla caviglia destra.!

Roma..adrenalina da vittoria.!

Adrenalina da vittoria. O da vittoria che stava per sfumare. Sta di fatto che, sabato sera, dopo il fischio finale di Massa, parecchi giocatori della Roma non riuscivano proprio a sorridere. Come riporta Il Messaggero, sono stati necessari due, tre, quattro minuti per ritrovare la serenità, per scaricare la tensione e, quindi, per filare a far festa sotto lo spicchio di stadio che ospitava i tifosi arrivati dalla capitale. Ci sono le immagini tv, oltre ai ricordi, che possono testimoniare quanto la squadra (o parte della squadra) fosse nervosa per quell’occasione regalata al Bologna, colpo di testa di Lazaros, a pochi secondi dalla fine. Un’opportunità che, se sfruttata, avrebbe vanificato gli sforzi e tolto due punti alla classifica. Vista la palla sfilare al di là del palo alla destra di De Sanctis, ad esempio, De Rossi ha smoccolato contro tutto e tutti coloro che non avevano difeso come avrebbero dovuto. Benatia era intrattabile anche dopo che la vittoria era stata garantita dal triplice fischio e lo stesso De Sanctis, prima di andare a esultare sotto la curva, non aveva mancato di prendere da una parte un compagno che sbagliando una giocata facile facile in attacco aveva dato il la all’azione finale del Bologna. Adrenalina da vittoria, come detto. Buon segno, tutto questo. Perché certi segnali arrivano soltanto quando si è convinti di esser forti e che, perciò, è (sarebbe) assolutamente vietato sbagliare anche la minima mossa. a prova che la Roma crede ancora profondamente nelle proprie possibilità, al di là del distacco dalla Juventus. Ragionano da grande squadra, gli uomini di Rudi Garcia, e per questo i chiarimenti sul campo dell’altra sera devono solo essere interpretati come la voglia di non molare e di migliorarsi continuamente. Solo che c’è stato ieri chi tutto questo non l’ha capito o ha fatto finta di non capirlo, al punto di creare le premesse per una lite tra Benatia e Nainggolan, peraltro legati da un’amicizia istantanea per via della lingua parlata, il francese. I due, e anche in questo caso c’è la tv a dimostrarlo, a fine partita hanno a lungo parlato, non discusso o litigato, eppure è venuta fuori la chiacchiera di una lite.!

Calciomercato Roma..passi avanti per il rinnovo di Pjanic..palla all'agente.!

ROMA - Filtra ottimismo in casa Roma per il rinnovo del contratto di Miralem Pjanic (attuale scadenza 2015): secondo quanto scrive il 'Corriere dello Sport', i dirigenti giallorossi attendono con fiducia la firma del giocatore sul contratto da 3 milioni a stagione offerto dal club. La palla, ora, è passata all'agente del giocatore. Pjanic piace a mezza Europa e anche un eventuale prolungamento del contratto non escluderebbe di conseguenza una possibile partenza in estate.!

Calciomercato Roma..Vertonghen apre uno spiraglio alla partenza.!

Si apre un piccolo spiraglio per la Roma sul fronte Jan Vertonghen, difensore cercato dai giallorossi negli ultimi giorni del calciomercato invernale. Come riportato da 'Sky Sports', il belga avrebbe dichiarato di voler giocare a tutti i costi la Champions League: "Rinnovo? Queste sono sempre questioni difficili da affrontare, quello che io voglio è giocare in Champions League con il Tottenham e quindi mi auguro succeda nella prossima stagione - ha spiegato Vertonghen - Se ho preso una decisione nel caso non ci riusciremo? Non posso dire nulla, vedremo al termine del campionato e del mondiale".!

domenica 23 febbraio 2014

Roma..Gervinho..Qui mi sento a casa..Curve chiuse? Ci mancano i nostri tifosi..!

ROMA GERVINHO INTERVISTA DROGBA TOTTI GARCIA / ROMA - Gervinho, attaccante della Roma, ha rilasciato alcune dichiarazioni in un'intervista pubblicata sul 'Corriere della Sera'. TRIDENTE TOTTI-GERVINHO-DROGBA - "Wow! Da sogno. Ci divertiremmo tantissimo a giocare insieme. Sono due campioni, forse gli attaccanti migliori in circolazione. Totti nella Roma e Drogba con la Costa d'Avorio: scelgo bene i miei compagni. Magari, un giorno, li riunisco per una partita di beneficenza". CURVE CHIUSE - "Non avevo seguito la vicenda da subito. Non sapevo bene cosa fossero questi cori di discriminazione territoriale e ho chiesto spiegazioni. Le rivalità tra città, magari, esistono da anni, però il calcio deve dare gioia. Per me è un'emozione vedere le bandiere, sentire i cori. Vorrei rivolgere un messaggio ai tifosi della Roma: abbiamo bisogno di voi, sentiamo la vostra mancanza, siete preziosi per noi in ogni partita". BILANCIO CARRIERA - "Ogni esperienza è stata positiva, ho apprezzato culture diverse. Sono stato bene dappertutto, ma a Roma più che altrove mi sento a casa. Sono stato adottato dal club, dallo staff e dai tifosi. Sin dal primo giorno ho avvertito questa atmosfera". GARCIA - "L'ho trovato ancora cresciuto. La vittoria dello scudetto a Lille lo ha fatto diventare più ambizioso. Conoscevo le sue qualità, sapevo che voleva un grande club europeo e speravo che ci arrivasse. Qui a Roma lo ha trovato. Sa di dover ottenere risultati subito e chiede a tutti la massima serietà nel lavoro". STILE DI GIOCO - "Ho uno stile particolare, speciale. Garcia me lo ripete spesso e lui conosce le mie qualità meglio di chiunque altro. Ci sono tantissimi giocatori con ottime qualità, ma è importante trovare un allenatore che sappia sfruttarle al massimo. Rudi, con me, è stato molto bravo in questo. Sa fare il bene della squadra e, nello stesso tempo, mi lascia libero". RIVALITA' CON LAZIO E JUVE - "La vittoria con la Lazio, nel girone di andata, è stata fondamentale perché dovevamo cancellare la delusione della Coppa Italia. Quella contro la Juve ci ha dato soddisfazione, perché venivamo da una sconfitta importante a Torino, in campionato, e volevamo dare anche noi una delusione a loro. Sono state gioie diverse: quella con la Lazio più per i tifosi, quella con la Juve più per noi".!

Bologna - Roma..Bastos..Ecco dove preferisco giocare.!

Si accomoderà in panchina questa sera Michael Bastos nell'anticipo in casa del Bologna. L'ultimo arrivato in casa giallorossa accetta serenamente le scelte di Garcia: "Questa per me è un'occasione importante, sono arrivato in una squadra fantastica e in un campionato molto difficile. Non è importante se gioco o meno, stasera conta solo vincere - ha detto il mancino brasiliano a 'Sky Sport' - Il ruolo? Preferisco giocare in fase offensiva, ma sono a disposizione dle mister".!

Roma..obiettivo inglese per l'attacco.!

Per la stampa inglese, si prospetta un ritorno in Italia per l'attaccante del Manchester City Stevan Jovetic, pagato 26 milioni di euro la scorsa estate dal club inglese ma mai troppo impiegato da Pellegrini. La Roma di Rudi Garcia è tra i club più interessati al montenegrino.!

sabato 22 febbraio 2014

Roma..i voti di CM..Nainggolan decisivo..spento Florenzi.!

Bologna-Roma 0-1 De Sanctis 6 Taddei 5 Benatia 6,5 Castan 6,5 Romagnoli 6 De Rossi 6 Nainggolan 7 Florenzi 5,5 (53' Ljajic 5,5) Pjanic 6,5 (61' Strootman 5,5) Gervinho 6 Destro 6,5 (74' Bastos 5) All. Garcia 7.!

Bologna - Roma 0 - 1.!

La Roma espugna il Dall'Ara 1-0 col gol di Nainggolan e prosegue la caccia-scudetto alla Juventus: al 37' il belga-indonesiano segna il suo primo gol con la maglia della Roma deviando sotto misura l'assist dalla sinistra di Pjanic dopo la percussione di Gervinho. Roma già pericolosa poco prima con un clamoroso palo di Destro a Curci battuto, Bologna volenteroso che nella ripresa sfiora il pari in un paio di occasioni mentre la Roma si divora qualche buon contropiede per una serie di errori nell'ultimo passaggio. BOLOGNA Il portiere del Bologna Gianluca Curci: 'Abbiamo giocato un'ottima partita contro una grande squadra, ma ancora una volta non portiamo a casa punti. Dobbiamo continuare a giocare così anche da domenica in poi, quando ci saranno avversari più alla portata della Roma: credo che sia la strada giusta per la salvezza, stiamo mettendo sul campo grinta e determinazione. Col Milan abbiamo subito gol all'86', oggi la Roma ha sbagliato in molte occasioni l'ultimo passaggio ma ce la siamo giocata a viso aperto'. ROMA L'attaccante della Roma Adem Ljajic: 'Non abbiamo giocato bene per tutti i novanta minuti, ma ciò che contava era vincere questa partita. Pressione sulla Juventus? Noi guardiamo al nostro giardino, poi vedremo cosa fanno loro. Mi piacerebbe giocare di più, ma personalmente non sono ancora al 100%: sto lavorando tanto in settimana per migliorare in zona gol, anche se sono una punta a cui piace regalare anche l'assist al compagno. Noi punte in questa Roma dobbiamo sacrificarci molto: anche qui a Bologna nel secondo tempo dovevamo aiutare molto i terzini, ancora una volta non abbiamo preso gol ed è importante'.!

mercoledì 19 febbraio 2014

Völler..Roma..ti aspetto in Champions l'anno prossimo.!

'So che la Roma sta percorrendo una buona strada: spero di ritrovarli il prossimo anno alla BayArena, e di poter giocare in Champions contro di loro'. Lo ha dichiarato ieri sera ai microfoni di Mediaset Premium, al termine del match contro il Paris Saint-Germain, l'ex attaccante giallorosso Rudi Völler, attuale direttore sportivo del Bayer Leverkusen.!

Roma..lesione muscolare per Maicon.!

La Roma perde Maicon per un infortunio muscolare. Oggi il terzino brasiliano si è sottoposto a degli accertamenti ecografici che hanno evidenziato una lesione di primo grado al bicipite femorale della coscia sinistra.!

Roma..sulla fascia c'è un posto per due.!

Maicon resterà fuori quindici giorni. Come riporta Il Messaggero, considerando che Balzaretti e Dodò dovranno rimanere ai box almeno altre 3-4 settimane, quella che sembrava una sottigliezza (l’acquisto di un terzino a gennaio) si è trasformata in un’emergenza. Bastos – più volte indicato da Garcia come l’uomo capace, all’occorrenza, di ricoprire il ruolo – a Napoli ha deluso, dimostrando di essere per lo più un’ala. E’ anche vero che gli esterni (Callejon e Mertens) di Benitez non s’incrociano tutti i giorni e non sono quelli che avrà a disposizione Ballardini, tuttavia già contro la Sampdoria il tecnico (proprio nel momento dell’infortunio di Maicon) ha preferito inserire Romagnoli (centrale difensivo adattato), facendo entrare invece l’ex Lione al posto di Destro. Il ballottaggio però persiste e solamente le prove tattiche in settimana riusciranno a fare un po’ più di chiarezza. Appaiono remote, invece, le ipotesi legate a Florenzi (che nel ruolo è stato impiegato qualche anno fa a Crotone) e Castan, schierato sulla fascia dal ct brasiliano Scolari. Soprattutto lo spostamento del brasiliano, comporterebbe infatti il debutto di Toloi che Garcia, viste le scelte attuate nella gara di domenica scorsa, ancora non ritiene pronto.!

Roma..duello col Man Utd per un argentino.!

Spunta il nome di Marcos Rojo per il mercato della Roma: secondo Ilsussidiario.net Walter Sabatini in estate potrebbe dare l'assalto al terzino dello Sporting Lisbona, classe 1990, valutato tra i sette e gli otto milioni di euro. Sull'argentino, che a gennaio era stato accostato al Fulham (e inizialmente al Napoli), sarebbe vivo anche l'interesse del Manchester United.!

lunedì 17 febbraio 2014

Roma..due dubbi contro il Bologna..!

La Roma riprenderà ad allenarsi domani pomeriggio a Trigoria in vista della sfida di sabato contro il Bologna. In dubbio la presenza di Maicon e Totti. Il brasiliano nel corso della partita contro la Sampdoria si è infortunato al flessore (era accaduto anche durante la partita d'andata), si sottoporrà a degli esami nelle prossime ore, ma le sensazioni sono negative. Rudi Garcia a Bologna potrebbe dar nuovamente fiducia al classe '95 Alessio Romagnoli, ieri subentrato proprio al posto del terzino verdeoro. Assenti Balzaretti e Dodò, l'alternativa è Michel Bastos, che fino ad oggi però ha convinto più come ala che come difensore. Il capitano giallorosso invece è reduce dallo stop contro il Napoli in Coppa Italia. I medici avevano emesso una prognosi di 'dieci giorni' che scadranno proprio il giorno della partita al 'Dall'Ara'. Resta complicato il suo utilizzo, è pronto Destro.!

Chen Feng ha le idee chiare..vuole una Roma globale..!

Chen Feng si avvicina a grandi passi verso la Roma, di cui il magnate cinese dovrebbe acquistare subito il 20-25% e a poco a poco l'intera percentuale del capitale azionario attualmente in mano ad Unicredit. Un investimento - sostiene il quotidiano La Repubblica - di circa 100 milioni di euro, che potrebbe aumentare ulteriormente di 40-50 milioni, arrivando a comprendere in tutto il 40% della società ma lasciando comunque il controllo a James Pallotta con il 60%. La Roma, nei disegni di Feng e del suo mentore George Soros (in passato vicino al club giallorosso, e ora primo 'ispiratore' dell'operazione), dovrà diventare la prima squadra di calcio italiano veramente globale.!

Roma..Garcia polemico..C'è stata mancanza di rispetto nei nostri confronti..!

Il tecnico della Roma Rudi Garcia a Sky Sport risponde alle critiche arrivate in settimana dopo la sconfitta in Coppa Italia contro il Napoli: "Dopo la Coppa Italia c'è stata una mancanza di rispetto nei confronti della mia squadra e oggi c'è stata la risposta sul campo: siamo secondi, abbiamo numeri incredibili, che ha 4 punti più del Napoli e 9 meno della Juventus con una gara da recuperare. Abbiamo dimostrato di essere molto forti. Basta vedere i numeri di questa squadra per capire la forza di questa squadra. Oggi giocare in uno stadio così dove non c'era un'atmosfera positiva. La difesa è stata di ferro non subendo gol e ha mostrato un Destro che è un grande attaccante. Io penso che lui sia un giocatore molto importante, ha segnato sei gol da dicembre a oggi e gli faccio i complimenti. Si è infortunato Maicon e speriamo che non sia grave, ma questa rosa è valida sotto tutti i punti di vista. Ora penseremo a riposarci in vista del Bologna e vedremo le altre giocare in Europa: sappiamo che il fatto di non giocare le coppe è un vantaggio nella corsa Champions". Su Benatia: "A me non piace fare i complimenti a un unico giocatore, anche se lui è fortissimo. Abbiamo la miglior difesa in Italia e questo vuol dire che la squadra tutta difende bene e non concede occasioni agli avversari. Oggi abbiamo chiuso con una difesa dove c'era un solo titolare e sono contento della prestazione di Romagnoli". Sulla maturità della squadra: "Questa è la vittoria del gioco e questo avevo chiesto alla squadra. La nostra strada è questa e forse nell'ultima partita l'avevamo dimenticato. Dobbiamo giocare semplice e ordinati cercando il possesso anche sotto il pressing".!

Serie A..Roma-Sampdoria 3-0..!

Serie A, ventiquattresima giornata. Roma-Sampdoria 3-0. Guarda i gol e gli highlights. Marcatori: 44' Destro, 54' Pjanic, 57' Destro Roma (4-3-3): De Sanctis; Maicon (55' Romagnoli), Benatia (72' De Rossi), Castan, Torosidis; Pjanic, Nainggolan, Strootman; Florenzi, Destro (81' Bastos), Gervinho. All. Garcia Sampdoria (4-2-3-1): Da Costa; De Silvestri, Gastaldello, Mustafi, Regini; Palombo (64' Obiang), Krsticic; Gabbiadini, Soriano (85' Fornasier), Wszolek (56' Okaka); Eder. All. Mihajlovic Ammoniti: Destro, Strootman (R), Wszolek, De Silvestri (S) Espulso: Gastaldello all'80' per doppia ammonizione Arbitro: Celi di Bari.!

domenica 9 febbraio 2014

Lazio-Roma..De Sanctis..Gara controllata..Gli avversari si chiudono per fermarci.!

LAZIO ROMA DE SANCTIS / ROMA – Morgan De Sanctis ha commentato il pareggio a reti inviolate contro la Lazio: "La strada da fare è ancora lunga. Abbiamo preso in mano il pallino del gioco e ridotto al minimo i rischi, ma alla fine la vittoria non è arrivata – le parole del portiere alla 'Rai' – Il Napoli? Sarà una partita emozionante per me, ma quello che conta è riuscire ad accedere alla finale". In zona mista, dove erano presenti gli inviati di Calciomercato.it, il portiere ha aggiunto: ""Avremmo meritato la vittoria, ci è mancato solo il gol. Rimane la consapevolezza di aver fatto una grande prestazione. Molte squadre per fermarmi tendono ad assumere un atteggiamento difensivo.!

Lazio-Roma..Pjanic..Abbiamo le idee chiare.!

CALCIO SERIE A LAZIO ROMA PJANIC / ROMA- Intervenuto ai microfoni di 'Mediaset Premium' prima del derby tra la Lazio e la sua Roma, Miralem Pjanic ha dichiarato: "Conosciamo nostre capacità e forze. La Lazio ha ritrovato risultati e fiducia, sarà partita aperta. Decideranno il match i duelli vinti. Garcia ci ha chiesto di impegnarci come fatto finora, il nostro gioco rimane lo stesso. Abbiamo le idee chiare. Abbiamo una carica in più, il derby è importante per me e per i tifosi. Dopo la Juventus in campionato non stavo benissimo per un piccolo infortunio. Ora sto bene, voglio giocare. Sono a disposizione del mister ma importante la vittoria".!

giovedì 6 febbraio 2014

Roma..derby con Pjanic e Totti.!

Passata la gioia per la vittoria nella semifinale d’andata contro il Napoli, Garcia inizia a concentrarsi per preparare il derby di domenica prossima. Come riporta Il Corriere dello Sport, l’assenza di Pjanic fa pensare che il bosniaco sarà presente dal 1′ nella stracittadina: allo stesso tempo potrà essere riproposto dall’inizio anche Florenzi. Ieri l’azzurro è entrato a partita in corsa, risultando decisivo per l’assist gol per il terzo gol di Gervinho. Non cambierà la linea difensiva: Toloi e Bastos ancora non sono pronti per partire dall’inizio. Infine c’è da considerare la questione Totti: ieri il capitano ha giocato dall’inizio rimanendo in campo per un’ora. Garcia deciderà se puntare ancora sul numero 10 giallorosso oppure di scegliere Destro come terminale offensivo. L’atmosfera per il derby è già calda: dei 23 mila biglietti riservati ai tifosi giallorossi, 17 mila sono stati già venduti. Curva Sud e Distinti Sud sono pieni.!

Ag. Marin..La Roma lo cercava da due anni..E con Maicon.!

A gennaio la Roma ha preso in prestito dalla Juve il terzino rumeno Vlad Marin, cresciuto nel settore giovanile della Lazio. 'Ma non è un tifoso biancoceleste, anche se è affezionato a tutte le squadre dove ha giocato - precisa il suo procuratore Gianluca Matteucci a GiovanINrete -. Vlad giocava in una squdra sulla Laurentina, a due passi da Trigoria, poi ha firmato un contratto giovanile con la Lazio, che l'ha fatto esordire sotto età con i '93-94, lui che è un classe '95. A 17 anni è andato in Inghilterra, al Manchester City, e per lui è stato difficile. L'ha voluto Mancini, e questo ha incrinato i rapporti tra lui e Tare. Nella sua esperienza inglese si è molto legato a Maicon, mangiavano insieme a mensa e ora si sono ritrovati. Sabatini lo cercava da due anni: è un giocatore apprezzato da tutto l'ambiente giallorosso, fin dai tempi in cui giocava con la Lazio'.!

Roma..Garcia..Gervinho è da tempo che sa segnare.!

Rudi Garcia, allenatore della Roma, parla ai microfoni Rai del 3-2 sul Napoli nell'andata della semifinale di Coppa Italia: "Era importante vincere, ma sarebbe stato meglio non prendere gol. Per giocare una bella partita bisogna essere in due e stasera è accaduto. I gol subiti? Può succedere, è stato un errore nostro. Loro hanno delle qualità, il Napoli deve vincere a Napoli, noi andremo per la qualificazionhe". Su Gervinho: "E' da tempo che sa far gol, la risposta viene sempre dal campo. Se sta andando anche oltre le previsioni? Direi di no, anche se penso che può migliorare ancora, non stasera certo. Lui deve avere grande fiducia in sè stesso, nell'allenatore e nei compagni. Quando tutto va bene per Gervinho, tutto va bene per la squadra. Se è lui adesso l'unico inamovibile dell'attacco? E' in un momento di grande fiducia, per questo è sempre titolare. Per Totti non è possibile giocare sempre, ma tutti gli altri attaccanti, Destro, Florenzi, Ljajic, Ricci e Bastos, sono tutti importanti". Su Totti: "Francesco ha giocato veramente bene, dopo ho pensato di fare delle scelte diverse, ma Gervinho aveva il piede caldo e l'ho lasciato in campo per provare a vincere". Sulle possibilità di passare il turno: "Cinquanta e cinquanta adesso, sappiamo che potremo segnare dei gol a Napoli ma sappiamo anche che loro hanno un attacco fortissimo. Un'altra bella partita così sarebbe una bello spot per il calcio". Su Strootman: "Lui deve fare più in termini di continuità, è un giocatore importante. Lui è come una lavatrice, quando gli arriva una palla sporca la pulisce sempre, i compagni sanno di poter contare sempre su di lui".!

Roma-Napoli 3-2..il tabellino.!

Roma (4-3-3): De Sanctis; Maicon, Benatia, Castan, Torosidis; Strootman, De Rossi, Nainggolan (59′ Pjanic), Gervinho, Totti (65′ Destro), Ljalic (72′ Florenzi). A disp.: Skorupski, Lobont, Romagnoli, Jedvaj, Bastos, Taddei, Ricci, Mazzitelli. Allenatore: Garcia Napoli (4-2-3-1): Reina; Maggio, Fernandez, Albiol, Reveillere (24′ Ghoulam); Jorginho, Inler; Callejon, Hamsik (66′ Mertens), Insigne; Higuain (85' Behrami). A disp.: : Rafael, Colombo, Britos, Uvini, Choular, Dzemaili, Pandev, Zapata. Allenatore: Benitez Arbitro: Bergonzi Reti: 13′ e 88' Gervinho (R), 32′ Strootman (R), 47′ aut. De Sanctis (N), 70′ Mertens (N).!

Coppa Italia..Roma-Napoli 3-2..Gervinho non finisce più di stupire.!

Un'altra grande giornata di Coppa Italia da vivere con calciomercato.com. Dopo il successo dell'Udinese contro la Fiorentina, nell'andata delle semifinali, tocca a Roma e Napoli sfidarsi all'Olimpico. Il match, spettacolare anche se giocato sotto una pioggia intensa e su un campo pesante, finisce 3-2 per la Roma. Al 13' e al 32', la squadra di Rudi Garcia va a segno con Gervinho (partito però in fuorigioco sull'assist di Totti) e Strootman (bomba di sinistro dalla distanza all'incrocio dei pali). Poi c'è la rimonta della squadra di Rafa Benitez, con un'autorete di De Sanctis (46') e un gol di Mertens (70'). Quando la gara sembra avviata verso il pareggio, all'88' ci pensa ancora Gervinho a regalare la vittoria ai capitolini.!

lunedì 3 febbraio 2014

Roma..Dodò si ferma..tocca a Bastos.!

'La fortuna uno se la crea', Garcia dixit. La sfiga, invece, di solito ci vede benissimo e capita tutta insieme. Se ad ottobre aveva colpito l’attacco, con Totti e Gervinho che si sono infortunati in un colpo solo nella «vittoria di Pirro» contro il Napoli, adesso se l’è presa con i terzini. Prima Balzaretti, costretto ad operarsi negli Stati Uniti per un’hernia sports che lo terrà lontano dal campo ancora a lungo, poi Dodò, che ieri mattina ha avvertito un problema ai flessori della coscia sinistra ed è uscito da Trigoria scuro in volto. Come riporta Il Tempo, ha concluso l’allenamento in anticipo, con la sensazione che si trattasse di qualcosa di serio. Le certezze arriveranno tra oggi e domani, quando sarà sottoposto agli esami strumentali, ma il sospetto è che ci sia una lesione. Su Twitter ha lasciato intuire il suo stato d’animo, Castan ha provato a consolarlo: 'Forza fratello, se Dio vorrà tornerai presto'. Di sicuro non ci sarà contro il Parma e, molto probabilmente, salterà la semifinale d’andata di Coppa Italia con il Napoli all’Olimpico e il derby a seguire. Garcia è preoccupato ed è corso dai medici per sapere se Bastos è convocabile per domenica. Dopo un consulto, avrebbe avuto l’ok per la convocazione. Il piccolo tutore al braccio infortunato non può essere un ostacolo insuperabile per una Roma in emergenza.!

Radonjic si presenta alla Roma..!

Esordio affascinante e complicato per la Roma Primavera al Torneo di Viareggio: alle 17.15, a San Giuliano Terme – secondo campo centrale (vuol dire che ci sarà la diretta tv, su RaiSport 1) i giallorossi di Alberto De Rossi se la vedranno con il Benfica. Che non ha solo il nome leggendario, almeno stando alla classifica della Uefa Youth League, la Champions dei giovani: primo posto nel girone con 14 punti, più di seconda e terza messe insieme, Psg e Anderlecht (finale del Viareggio 2013: Anderlecht-Milan 3-0, per intenderci). Un avversario che fa paura, la Roma non dovrebbe averne, visto che Sabatini ha dragato il mercato europeo, allestendo, anche grazie a quello che già c’era, una Primavera di altissimo livello. Come riporta La Gazzetta dello Sport, solo che con quattro giocatori arrivati nell’ultima settimana (il solo Tibolla ha esordito, sabato, Fiorentina-Roma 1-0) l’amalgama non può certo esserci, e nel caso dei due centravanti, lo svedese Berisha e lo slovacco Vestenicky, forse neppure il transfer internazionale. Corsa contro il tempo per ottenerlo – al contrario di Marin: viene dal campionato italiano (Juventus) ed è tutto più facile – probabile che oggi l’unica novità davanti sia l’ala Radonjic, ex Partizan: sarà tesserato a luglio, al Viareggio verrà come prestito. Le uniche gare ufficiali che potrà fare fino ad agosto: il girone è difficile, con Benfica, Livorno ed Envigado (Colombia), ci terrà più di tutti ad andare avanti.!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Guadagna da casa tua

beruby.com - Guadagna acquistando online